Napoli, “stesa” in piazza Trieste e Trento Fu un’azione dei Minichini-De Luca Bossa contro i Mariano: arrestate sei persone


Una ‘stesa’ nella centrale piazza Trieste e Trento a Napoli, a pochi passi da piazza Plebliscito. Accadeva nella tarda serata di martedì 19 marzo. A pochi giorni di distanza, i carabinieri di Napoli hanno riavvolto il nastro dell’episodio ed hanno identificato alcuni dei responsabili di quella sparatoria. Questa mattina sei persone, di cui una minorenne, sono state arrestate in esecuzione di un decreto di fermo spiccato dalla procura della Repubblica di Napoli. Si tratta di persone dell’area est di Napoli, tutte ritenute affiliato al clan Minichini-De Luca Bossa.

Secondo l’accusa la sparatoria è stata una rappresaglia per una lite avvenuta il giorno prima, sempre nella stessa piazza, tra un personaggio dei Minichini-De Luca Bossa e uno del clan Mariano dei Quartieri Spagnoli. Per mostrare la propria superiorità, la sera del 19 marzo i Minichini-De Luca Bossa avrebbero dunque deciso di entrare in azione in piazza Triesto e Trento aprendo il fuoco con una ‘stesa’. I sei indagati devono rispondere di detenzione e porto illegali d’arma da fuoco, spari in luogo pubblico e danneggiamento, reati aggravati da metodo e finalità mafiose per aver commesso il fatto avvalendosi della forza d’intimidazione del clan camorristico dei Minichini-De Luca Bossa. Nelle prossime ore si terrà l’udienza di convalida del fermo.

Leggi anche:
– Condannato in Appello, ritorna in carcere il ‘re del pane’ vicino ai Casalesi
– Deposito auto e rifiuti speciali pericolosi Sequestri per 5 milioni nel Napoletano
– Galletta, vittima innocente della camorra: l’accusa di omicidio non regge, il Riesame annulla l’ordinanza a carico di Ciro Contini
– Paura nel Napoletano, bomba carta esplode davanti a un negozio di biciclette
– Luci d’artista a Salerno, Corte dei Conti: irregolarità nell’assegnazione degli appalti, danno erariale per 850mila euro
– Emergenza carceri, allarme del Garante: «Detenuti aumentati di 2.047 unità, sovraffollamento non è fake news»
– Stupro nella Circum di San Giorgio a Cremano, il referto conferma: fu abuso
– Lungo stop per il termovalorizzatore di Acerra, riaffiora l’incubo emergenza rifiuti De Luca: «Prepareremo sito di stoccaggio»

giovedì, 28 marzo 2019 - 09:23
© RIPRODUZIONE RISERVATA