Magistrati, cambio al vertice dell’Anm: Grasso (Mi) è il nuovo presidente, il suo vice è il pm di Napoli Caputo (Unicost)

anm

Per i prossimi 12 mesi sarà il giudice civile di Genova Pasquale Grasso a guidare l’Associazione nazionale magistrati. Nel rispetto della rotazione ai vertici del ‘parlamentino’ delle toghe stabilita nel 2016, la presidenza è andata ad un esponente di Magistratura indipendente, la corrente più conservatrice delle toghe. Eletta anche la nuova Giunta: il segretario è il pubblico ministero Giuliano Caputo (Unicost, corrente di maggioranza e più centrista) in forza alla procura di Napoli, mentre la vicepresidenza è andata a Luca Poniz, pm di Milano e rappresentante di Area, corrente progressista. Grasso succede quindi a Francesco Minisci (Unicost), il quale è stato il terzo presidente dell’Anm a partire dal rinnovo del parlamentino suggellato dalle elezioni del 2016 (il primo presidente è stato Piercamillo Davigo di Autonomia & Indipendenza, poi è subentrato Eugenio Albamonte di Area).

«Sarò il presidente di tutti. Le cose che ci accomunano valgono di più delle sfumature che ci dividono», sono state le prime parole di Grasso, parlando durante la riunione del comitato direttivo centrale del sindacato dei magistrati. Dal neopresidente è venuto dunque l’invito a rientrare in giunta ai rappresentanti di Autonomia&Indipendenza – il gruppo fondato da Piercamillo Davigo, oggi togato al Csm, che fu il grande vincitore delle elezioni dell’Anm del 2016 – i quali nell’estate 2017 lasciarono la giunta.

Nel suo discorso Grasso ha poi toccato alcuni punti di grande attualità sul piano delle riforme: «granitica contrarietà alla separazione delle carriere» di giudici e pm, ma anche «leale collaborazione con il ministro sulle riforme». (Domani sul quotidiano digitale un approfondimento sull’elezione di Pasquale Grasso e sul nuovo volto dell’Associazione nazionale magistrati. Il quotidiano digitale è disponibile solo su abbonamento)

Leggi anche:
– Un altro napoletano ucciso a Città del Messico, secondo la polizia vendeva prodotti cinesi spacciandoli per tedeschi
– Accusò 3 carabinieri di essere al soldo del clan, ex vicebrigadiere ritratta: «Ho inventato tutto, volevo lo sconto di pena»
– Importavano droga dal Marocco passando per Malaga: 20 arresti tra Italia e Spagna Hashish diretto in Campania e Nord Ovest
– Investito e massacrato di botte perché nero: arrestati 4 giovani nel Napoletano
– Inchiesta sullo stupro nella Circum, tutti i rilievi del Riesame: «Perizia psichiatrica per testare attendibilità della 24enne»
– Vittima di lupara bianca nel febbraio 2011 Ritrovato il corpo di Antonino D’Andò: i killer reo-confessi sul luogo del delitto
– Tribunale di Napoli Nord, arrivano i rinforzi: cinque nuovi pm in procura
– Non presentano la dichiarazione: evase imposte per 26 milioni di euro
Scatta il sequestro nel Napoletano

sabato, 6 Aprile 2019 - 16:02
© RIPRODUZIONE RISERVATA