Corteo pro Sea Watch, 8 denunciati: c’è la consigliera di Napoli de Majo. Il sindaco: «Il reato di umanità non si processa»

sea watch3

Sette denunce per manifestazione non autorizzata e invasione del porto di Napoli sono state notificate a altrettanti attivisti del centro sociale Insurgencia per la manifestazione del 5 gennaio scorso quando quasi 10 mila persone manifestarono al porto di Napoli per favorire l’attracco delle navi delle Ong Sea Watch e Sea Eye con a bordo circa ottanta migranti tra cui donne e bambini. Lo rende noto la consigliere comunale di Napoli, Eleonora de Majo, che è tra le persone denunciate.

«Siamo al paradosso», commenta la consigliera de Majo, da sempre contro la decisione di chiudere i porti ai migranti, ricordando che gli attivisti erano scesi in «piazza a difesa dell’umanità». La manifestazione del 5 gennaio, conclusasi pacificamente nel porto di Napoli, si evidenzia in una nota, «vide la partecipazione di migliaia di persone, semplici cittadini, associazioni anti razziste, comitati e mondo della società civile. «Non ci arrenderemo – conclude la consigliera de Majo – andiamo avanti più forti di prima».

«Ai militanti, agli attivisti e alla consigliera Eleonora de Majo va la mia assoluta solidarietà. Sono testimoni di giustizia e non autori di reato. Il reato di umanità non si processa», è stato il commento del sindaco Luigi de Magistris. «In quei giorni – ricorda de Magistris – Napoli era in prima linea per impedire che decine di persone potessero morire in mare. Inviammo il vicesindaco a Malta e la nostra azione fu determinante per lo sblocco della situazione anche grazie alla mobilitazione di tanta gente perché a quella manifestazione parteciparono centinaia di persone».

Leggi anche:
Omicidio Materazzo, l’imputato cambia avvocato e fa saltare il verdetto: parti civili condannate a uno strazio infinito
– Sant’Anastasia, crolla parete di una scuola Ferita la maestra e cinque bambini
– Camorra, stangata per il clan Mazzarella: inflitti 194 anni di cella a 17 capi e gregari della cosca di San Giovanni a Teduccio
– Terrorismo in Italia, si addestravano per combattere con l’Isis: arrestati due lupi solitari, un palermitano e un marocchino
– Cassazione, arrivano 70 magistrati: ok del plenum del Csm al ‘piano Bonafede’ per risanare la Giustizia

giovedì, 18 aprile 2019 - 14:17
© RIPRODUZIONE RISERVATA