Prestiti con tassi usurai del 240%, un intero nucleo familiare di Trecase finisce sotto inchiesta: eseguiti 6 fermi

Guardia di finanza
La guardia di finanza (foto Kontrolab)

Si mostravano sempre disponibili, quasi affettuosi e quando decidevano di prestare soldi lo facevano con estrema facilità. Avevano creato una sorta di istituto bancario parallelo, che non chiedeva garanzie ma che imponeva tassi del 240% annuo. Quando le vittime poi non riuscivano a pagare, gli usurai dai sorrisi passavano alle minacce. Sei arresti sono stati eseguiti dalla Guardia di Finanza di Torre Annunziata che ha condotto una indagine su un gruppo familiare di Trecase (Napoli).

Sono tutti accusati di usura ed estorsione. L’indagine è partita dopo alcuni approfondimenti di natura patrimoniale e su diversi movimenti economici risultati anomali. In pratica la Finanza è riuscita a verificare che c’erano una serie di compravendite di immobili che finivano sempre allo stesso nucleo familiare di Trecase. In buona sostanza quando le vittime di Usura, che poi hanno denunciato, non riuscivano a pagare, erano costretti a vendere ai loro aguzzini appartamenti e autovetture. Tra gli indagati ci sono anche due donne.

Leggi anche:
Camorra, morto il ‘boss dei due mondi’: Mario Fabbrocino fu tra gli acerrimi nemici di Cutolo, stava scontando l’ergastolo
– Napoli, l’assalto dei turisti ai ‘B&B’: multe ai titolari delle strutture nella zona bene, sanzioni per pizzerie e agenzie di viaggio
– Attentanti in Sri Lanka, i morti sono 321 Tra le vittime pure 45 tra bimbi e ragazzi. Il Governo: «E’ la risposta alla strage in Nuova Zelanda
Accoltella la moglie davanti ai tre figli, 59enne finisce in manette. Tragedia sfiorata a Roma
Vendeva posti (fantasma) di lavoro alla Federico II: ex impiegato rinviato a giudizio per truffa
Intimidazioni, danneggiamenti e omicidio: tris di nuovi processi per il boss Zagaria
– Bonafede chiede di sospendere un giudice da funzioni e stipendio, il giudice lo denuncia per abuso d’ufficio

mercoledì, 24 aprile 2019 - 18:17
© RIPRODUZIONE RISERVATA