Corruzione in Comune, stop ai domiciliari per ex sindaco di San Felice a Cancello: in primo grado De Lucia condannato a 9 anni

Pasquale De Lucia

Dopo tre anni tra carcere e domiciliari, le esigenze cautelari sono scemate. L’ex sindaco di San Felice a Cancello (in provincia di Caserta), Pasquale De Lucia, è tornato in libertà ,a con l’obbligo di dimora nel comune di San Felice a Cancello. L’attenuazione della misura cautelare cui De Lucia era sottoposto è stata decisa dai giudici della Corte d’Appello di Napoli dinanzi ai quali l’ex sindaco è imputato per corruzione, accusa che in primo grado gli è valsa una condanna a 9 anni di reclusione.

De Lucia fu arrestato il 30 settembre del 2016 nell’ambito di un’indagine su un presunto giro di mazzette in cambio di appalti. Otto persone, tra le quali De Lucia, finirono in carcere, mentre altre 13 furono sottoposte ai domiciliari. L’inchiesta, condotta dai carabinieri di Maddaloni e coordinata dalla procura della Repubblica di Santa Maria Capua Vetere, coinvolse numerosi esponenti dell’allora amministrazione comunale di San Felice a Cancello.

In particolare la procura contestava il rilascio di permessi a costruire illegittimi, il conferimento di appalti senza procedure di gare, atti illeciti nel settore della ristorazione, sponsorizzazioni di società calcistiche, nella costruzione di supermercati,  negli appalti per conferimenti di kit per la raccolta differenziata, buste di plastica. «Un sistema criminoso», secondo la procura, «fondato su un sistema illecito di favori».

Leggi anche:
– 
Napoli, fa benzina e va via senza pagare: la Stradale indaga e scopre che l’intestatario dell’auto risultava proprietario di 900 auto
– Scuola, piano del Viminale contro la droga. Quattro milioni da destinare a 100 comuni: ecco la mappa dei fondi stanziati
– Prestiti con tassi usurai del 240%, un intero nucleo familiare di Trecase finisce sotto inchiesta: eseguiti 6 fermi
Camorra, morto il ‘boss dei due mondi’: Mario Fabbrocino fu tra gli acerrimi nemici di Cutolo, stava scontando l’ergastolo
– Napoli, l’assalto dei turisti ai ‘B&B’: multe ai titolari delle strutture nella zona bene, sanzioni per pizzerie e agenzie di viaggio
– Attentanti in Sri Lanka, i morti sono 321 Tra le vittime pure 45 tra bimbi e ragazzi. Il Governo: «E’ la risposta alla strage in Nuova Zelanda
Accoltella la moglie davanti ai tre figli, 59enne finisce in manette. Tragedia sfiorata a Roma
Vendeva posti (fantasma) di lavoro alla Federico II: ex impiegato rinviato a giudizio per truffa

giovedì, 25 Aprile 2019 - 15:24
© RIPRODUZIONE RISERVATA