Teatro Grande di Pompei, la Corte dei Conti condanna l’ex commissario Fiori Rischio prescrizione per il processo penale

Teatro Grande Pompei
Il Teatro Grande di Pompei (foto Kontrolab)

Un lavoro di restauro fatto in tutta fretta al solo scopo di «chiudere l’esperienza commissariale in modo spettacolare». Un lavoro di restauro che, fatto con quelle modalità, andava evitato. E’ quanto hanno stabilito i giudici della terza sezione d’Appello della Corte dei Conti all’esito del ‘processo’ sui lavori del Teatro Grande degli Scavi, lavori che si conclusero con un concerto di Riccardo Muti nel 2010 e subito dopo con il sequestro del sito eseguito dai finanzieri di Torre Annunziata.

Nella giornata di ieri i giudici dell’Appello della Corte dei Conti hanno condannato l’ex commissario straordinario Marcello Fiori a risarcire 400mila euro in favore del Dipartimento della Protezione civile presso la presidenza del Consiglio dei Ministri. La sentenza ribalta l’assoluzione che era stata disposta in primo grado nel 2017. Per i giudici Fiori ha «impropriamente sviato pubbliche risorse dalla finalità per la quale erano state attribuite».

La gestione commissariale di Fiori responsabile dei club Forza Silvio e all’epoca uomo di fiducia di Bertolaso, finì sotto la lente d’ingrandimento della Procura di Torre Annunziata: nel giugno 2014 i pm oplontini hanno ottenuto il rinvio a giudizio di sette imputati per presunte irregolarità nei lavori al Teatro Grande degli scavi di Pompei. Sul banco degli imputati, tra gli altri, l’ex commissario straordinario Marcello Fiori e l’imprenditrice Annamaria Caccavo. Le accuse contestate a vario titolo vanno dalla truffa all’abuso di ufficio. Il dibattimento è in corso dinanzi ai giudici della seconda sezione penale del Tribunale di Torre Annunziata, ma i tempi lunghi del dibattimento stanno conducendo il processo tra le braccia della prescrizione.

Leggi anche:
– Viterbo, il video choc dello stupro: pugni e calci per annientare la vittima, l’orrore firmato e filmato da 2 di Casapound
Napoli, 100 euro per una visita dentistica ma il dentista non aveva titoli: studio sequestrato, lui denunciato
Manduria, picchiato da una baby gang: 8 fermi, 6 sono minorenni. Il video dell’aggressione all’indifeso Antonio Stano
– Portici, 33enne arrestato per droga: è imparentato con i Silenzio, i ras di San Giovanni a Teduccio
– Patto tra tre clan per uccidere Autuori, eseguite 5 ordinanze: arresto anche per i boss Mallardo e Di Martino

martedì, 30 Aprile 2019 - 17:01
© RIPRODUZIONE RISERVATA