Napoli, agguato in piazza Nazionale: stazionarie ma gravi le condizioni di Noemi, la bimba di 4 anni ferita per errore

Piazza Nazionale Agguato
Il luogo in cui rimasero ferite tre persone, tra loro la piccola Noemi e Salvatore Nurcaro (foto Kontrolab)

Noemi è ancora in ospedale. Noemi è ancora in coma farmacologico indotto. Vegliata giorno da un’equipe di medici che sta facendo l’impossibile per strappare questa bimba di 4 anni alla morte. L’ultimo bollettino medico parla di condizioni stazionarie della piccola ma di situazione che resta gravezza prognosi resta riservata.

Noemi è collegata a un ventilatore meccanico per il persistere dell’insufficienza respiratoria dopo che il proiettile le ha trapassato entrambi i polmoni. «La bambina – si legge nel bollettino dell’ospedale Santobono – è strettamente monitorata nei parametri vitali. Sono stati effettuati esami ematochimici e strumentali che hanno evidenziato la stabilità emodinamica della paziente. Nelle ultime 48 ore non vi sono stati episodi di desaturazione e ipotensione che si erano presentati durante l’intervento e nelle prime 24 ore. Successivamente all’intervento chirurgico effettuato nella notte di venerdì non è stato necessario effettuare ulteriori trasfusioni».

La bimba è rimasta ferita per errore in un agguato di camorra in piazza Nazionale avvenuto venerdì pomeriggio. Obiettivo del raid era il 32enne Salvatore Nurcaro, colpito da sei proiettili e anche lui in gravi condizioni. Nurcaro è imparentato con i Reale di San Giovanni a Teduccio. Proprio in ragione di questa parentela e della faida attualmente in atto a San Giovanni a Teduccio, gli inquirenti e gli investigatori sono orientati a ritenere che l’agguato possa essere collegato alla faida tra i D’Amico-Mazzarella e i Rinaldi, cui i Reale sono legati da una storica alleanza. Anche se, al momento, sono al vaglio anche altre piste.

Leggi anche:
Incidente sul lavoro, operaio 32enne muore schiacciato nel Napoletano
Camorra, faida a San Giovanni a Teduccio: domani convalida dei fermi per i D’Amico, incastrati dalla ‘cimice’ in casa del boss
– Corruzione, magistrati arrestati a Trani: la procura di Lecce blinda le confessioni Incidente probatorio, lo scandalo si allarga
Tremano i Casalesi, c’è un nuovo pentito: collabora il figlio di Francesco Bidognetti
– Napoli, faida di camorra a San Giovanni. Il ras intercettato: «Non è finita qua». I ruoli dei 7 arrestati del clan D’Amico
– Napoli, i killer sparano tra la folla: bambina di 4 anni operata d’urgenza, il proiettile ha trapassato i polmoni

 

lunedì, 6 maggio 2019 - 11:54
© RIPRODUZIONE RISERVATA