Napoli, catturato l’uomo che avrebbe ferito Noemi nell’agguato a piazza Nazionale

Piazza Nazionale Agguato
Il luogo in cui rimasero ferite tre persone, tra loro la piccola Noemi e Salvatore Nurcaro (foto Kontrolab)

E’ stato catturato, Armando Del Re, il presunto responsabile dell’agguato avvenuto venerdì scorso a Napoli nel quale sono stati feriti la piccola Noemi, la nonna della bimba Immacolata Molino, ed un uomo, Salvatore Nurcaro, vero obiettivo del killer in piazza Nazionale. A prenderlo sono stati i carabinieri, ma nelle ricerche e nella caccia all’uomo, coordinata dalla Procura di Napoli, sono state impegnate tutte le forze di polizia. Insieme all’uomo accusato di aver fatto fuoco, è stato bloccato anche il fratello, che avrebbe fatto da complice offrendogli protezione in questi giorni,  e che ora si trova nella caserma dei carabinieri ‘Pastrengo’ di Napoli.

Le condizioni della bimba migliorano leggermente. L’ultimo bollettino medico diramato dall’ospedale Santobono di Napoli, dove la piccola è ricoverata, spiega che si riscontra un «lieve graduale miglioramento della funzione respiratoria. Ha reso possibile la riduzione dell’apporto di ossigeno mediante ventilazione. Continua la sedazione profonda e il monitoraggio continuo di tutti i parametri. La prognosi permane riservata».

Ieri sera alcune centinaia di persone hanno partecipato a una veglia di preghiera all’esterno dell’ospedale pediatrico Santobono dove è ricoverata la piccola Noemi. L’iniziativa è stata organizzata dalle associazioni dei fedeli della Madonna dell’Arco che, oltre agli striscioni d’incoraggiamento alla bambina, hanno portato gli stendardi utilizzati nelle processioni dei ‘fujenti’. Sui cancelli del nosocomio sono decine i messaggi, i giocattoli e i disegni; anche un kimono lasciato da Marco Maddaloni, judoka del Rione Scampia, con la scritta ‘Noemi, Napoli non è questa, ti aspettiamo a Scampia, Marco Maddaloni’. (seguono aggiornamenti)

Leggi anche:
– La Supplica di Pompei dedicata a Noemi: condizioni ancora gravi, pioggia di messaggi sul cancello del Santobono
– Minacce all’impresa del cantiere Unesco, il Comune: «la ditta tornerà al lavoro lunedì»
– Tutti vogliono diventare nagivator: 79mila domande per 3mila posizioni, Campania prima per numero di istanze
Napoli, il racket sfratta il cantiere dal sito Unesco: la ditta minacciata dalla camorra L’ira dei residenti: «Lo Stato si è arreso»
– Soldi dei Polverino riciclati in box auto al Vomero: frana l’inchiesta sulla ‘Napoli bene’, assolti commercialisti e ristoratore
– Pamela, uccisa e fatta a pezzi. Chiesto l’ergastolo per Oseghale, il pm: «Non merita alcuna attenuante»
– Alma, maxi evasione fiscale da 70 milioni di euro: resta in carcere Luigi Scavone
– La Supplica di Pompei dedicata a Noemi: condizioni ancora gravi, pioggia di messaggi sul cancello del Santobono

venerdì, 10 maggio 2019 - 09:24
© RIPRODUZIONE RISERVATA