Torre Annunziata, la ‘giornata del brigante’ alla Cripta: la storia del Sud rivisitata
con lo sguardo rivolto al futuro

Cripta Brigante

Riscoprire la storia del Mezzogiorno, nei sette secoli e più di Regno del Sud e delle due Sicilie, per esaltare il presente, con l’obiettivo di contrbuire alla costruzione di un futuro meridionale che possa, e sappia, essere all’altezza del suo grande passato. E’ questo lo scopo che si sono immaginati, quando hanno deciso di mettere in campo un’iniziativa meridionalista, in grado di far riscoprire ai “sudisti” l’orgoglio delle proprie origini e l’amore per la loro, e nostra, straordinaria terra, gli organizzatori: l’Associazione “la Cripta” e la Faber Edizioni de “La giornata del Brigante2.

L’iniziativa, alla cui realizzazione hanno contribuito anche l’Associazione “La fenice vulcanica” di Boscoreale e il Centro Studi Storici Nicolò D’Alagno di Torre Annunziata (due realtà associative impegnate da tempo sul territorio oplontino-vesuviano, con il patrocinio morale del Comune di Torre Annunziata), è in programma venerdì 17 maggio alle ore 18,45, nella mistica e suggestiva ambientazione della Cripta dello Spirito Santo (Chiesa del Carmine) di Torre Annunziata. A dare il via alla serata, il dibattito “Il Mezzogiorno tra identità e futuro”, moderato dal “papà” della nascente corrente pittorica “lo scarabocchio”, Nello Collaro; vedrà la partecipazione di: Vincenzo Marasco, uno dei principali conoscitori della storia del comprensorio oplontino-vesuviano e autore di numerosi saggi sull’argomento; dello storico calabrese, Antonino Ballarati, autore de “Il Regno perduto”, e “La Storia proibita dei Borbone” (Iuppiter edizioni) e del collega e opinionista del “Roma”, Mimmo Della Corte, autore di “Supersud – quando eravamo primi” e “Capitale Sud – per tornare primi” (anche questi ultimi Iuppiter edizioni).

Seguirà la “Cantata di Supersud” dal libro omonimo, musicata dal maestro Giancarlo Amorelli del Teatro San Carlo di Napoli e interpretata da: Giuseppe Moretto, Mariarosaria Izzo, Alfonso Cirillo, Anna Vitiello, Marianeve Vitiello e Laura Inserviente. Chiuderà la serata, la compagnia “Frizzi e Lazzi” con “Briganti sospiri e canti” di Ludovico Molinari, rivisitata da Tommaso Oropallo e diretta da Vincenzo Tortora.

Leggi anche:
– Appalti e corruzione elettorale, arrestati sindaco e assessori nel Milanese
– Emergenza Carceri, la denuncia di Antigone: «Sovraffollamento al 120%, a Napoli circa 1100 detenuti in più»
– Corruzione: indagati ex sindaco ed ex giunta nel Salernitano, 12 arresti
– Camorra, annullata dal Riesame l’ordinanza che impedì il ritorno in libertà del boss Rullo per decorrenza termini
– Uccisi perché il boss non voleva saldare un debito di gioco, il pm chiede l’ergastolo per Eugenio D’Atri
Napoli, ucciso e sepolto dagli amici: sconto di pena al baby boss Formicola e al cugino, ergastolo cancellato in Appello
– Pubblica amministrazione, si cambia Bongiorno: «Corso universitario per ingresso diretto, stop migrazioni»

 

giovedì, 16 maggio 2019 - 14:37
© RIPRODUZIONE RISERVATA