Il Vomero ostaggio delle baby gang, Venanzoni (Pd) scrive al Questore: «Tavolo tecnico per dare un segnale forte»

Diego Venanzoni, consigliere comunale Pd a Napoli

Una lettera al Questore di Napoli con in calce la richiesta di «convocare con urgenza un tavolo tecnico, avendo cura di inviate le associazioni di categoria ed i comitati civici preposti dell’area collinare». A meno di 24 ore di distanza dall’ultimo episodio di delinquenza che si è verificato nel ‘salotto’ del Vomero, il consigliere comunale del Pd Diego Venanzoni si rivolge alla massima carica di polizia presente in città affinché venga adottata «ogni utile determinazione ed azione operativa capace di porre fine al denunciato problema di ordine pubblico e sicurezza».

Nella lettera Diego Venanzoni parte dall’episodio che si è verificato l’altra sera nella zona pedonale di via Scarlatti, dove un gruppo di ragazzini ha seminato il panico tra la folla: uno dei componenti del gruppo ha esploso un pistola a salve. Il rumore degli spari ha creato il fuggi fuggi generale. In via Scarlatti a quell’ora erano in strada tantissimi ragazzi. Per fortuna non si sono verificati feriti. I carabinieri hanno recuperato un colpo a salve inesploso. Nella lettera Venanzoni rileva che il Vomero è ormai ostaggio di baby gang incontrollate. Il fenomeno, scrive il consigliere comunale,  rappresenta «un grave pericolo per l’ordine pubblico».

Inoltre l’esponente del Pd sottolinea come «i fenomeni di illegalità e di violenza gratuita registrati in zona ci restituiscono delle forme di delinquenza che rasentano, ormai, i crismi tipi delle associazioni per delinquere»  e rimarca l’urgenza di fare «un segnale forte e concreto alla cittadinanza».

Leggi anche:
– 
Bufera sulle toghe, il ministro Bongiorno torna alla carica: «Test psico-attitudinale per chi entra in magistratura»
– Whirlpool, mobilitazione a Fabriano. Presidio fisso dei 420 lavoratori a Napoli. Settimana decisiva per i dipendenti
Inchiesta sui supermercati ‘Sole 365’: sequestrate le società, 6 persone indagate. I punti vendita resteranno aperti
– Milano, furto di magliette alla Rinascente: arrestato il cantante Marco Carta
Pensionati in piazza contro il Governo: «Basta usarci come il bancomat per risanare i conti del Paese»
– Aggressione a Loret de Mar, per la morte di Niccolò a processo solo chi sferrò calcio
– Whirlpool, lavoratori in protesta a Napoli: prima notte di presidio allo stabilimento

lunedì, 3 Giugno 2019 - 16:26
© RIPRODUZIONE RISERVATA