Bimba di 8 mesi morta nel Salernitano, il padre si difende e nega ogni addebito

Tribunale Giustizia

Si è difeso negando ogni addebito Giuseppe Passariello, il padre della bimba di otto mesi deceduta tra venerdì e sabato notte nell’Agro Nocerino Sarnese, in provincia di Salerno. Il 37enne da domenica sera è in carcere a Salerno in quanto destinatario di un provvedimento di fermo d’indiziato del delitto d’omicidio volontario aggravato.

Stamane l’uomo è comparso dinanzi al gip Luigi Levita per l’udienza di convalida che si è svolta nella casa circondariale salernitana. Difeso dall’avvocato Silvio Calabrese, il 37enne – stando a quanto si apprende – si è difeso dalla pesante accusa che gli viene contestata dalla Procura di Nocera Inferiore (Salerno), ricostruendo quanto accaduto in quella tragica sera. L’udienza, iniziata pochi minuti dopo mezzogiorno, è terminata intorno alle 15.45. Il giudice per le indagini preliminari si è riservato la decisione che dovrebbe arrivare nel tardo pomeriggio.

Leggi anche:
– Le mani dell’Alleanza su Napoli, documentati gli incontri tra i vertici dei clan. In fuga Maria Licciardi
– Maxi blitz contro la camorra a Napoli, eseguiti oltre 100 arresti: l’inchiesta si abbatte sui Contini, Licciardi e Mallardo
– Camorra, Romano ammazzato dal suo stesso clan perché pericoloso: presi mandante e killer. Misura cautelare per il boss Riccio
– Piazza di spaccio nell’appartamento, ragazzini e bambini utilizzati come pusher: famiglia arrestata nel Napoletano

mercoledì, 26 Giugno 2019 - 16:56
© RIPRODUZIONE RISERVATA