Bari, niente cittadella della giustizia Penalisti e magistrati contro Bonafede: «Si rinvia il problema senza risolverlo»

ministero giustizia
La sede del ministero della Giustizia in via Arenula
di Tina Raucci

Oltre il danno anche la beffa. Rinviata per l’ennesima volta la firma del protocollo d’intesa sulla realizzazione del polo giudiziario di Bari, gli esponenti della giustizia barese non ci stanno e incalzano il ministro Alfonso Bonafede. «Esprimiamo sconcerto e attendiamo chiarimenti. La prospettiva che sembrava essere raggiunta si allontana in tempi non prevedibili» contesta Giuseppe Battista, presidente dell’Associazione Nazionale Magistrati di Bari. La costruzione del polo è necessaria: gli uffici giudiziari sono oggi collocati in ben 8 sedi diverse tra Modugno e Bitonto.

Giudici e avvocati baresi sono costretti a spostarsi freneticamente da una parte all’altra, penalizzati nello svolgere il proprio lavoro. Anche Guglielmo Starace, neo-eletto presidente della Camera Penale di Bari scende in campo contro l’immobilismo del ministro: «Per noi penalisti quella dell’edilizia giudiziaria resta la battaglia delle battaglie, con l’obiettivo di avere finalmente un luogo in cui amministrare la giustizia in maniera decorosa».
«La situazione provvisoria è una mossa che rinvia il problema senza risolverlo», commenta l’avvocato Starace di fronte al “nulla di fatto”.

Prima di essere dichiarato inagibile, procura e tribunale erano inglobati nel plesso in via Naziarantz. Dal giorno successivo, le udienze si svolsero persino in una tendopoli allestita nel piazzale antistante il palazzo in via Naziarantz. Con un netto «Ci metto la faccia» il ministro Bonafede si fece carico della questione. L’ennesimo rinvio a “data da destinarsi” «è una pugnalata al cuore dei cittadini baresi!», scrivono senza mezzi termini i rappresentanti della Camera Penale di Bari.

Leggi anche:
– Giustizia, la riforma targata Bonafede: limiti all’appellabilità delle sentenze, nuova durata delle indagini preliminari
– Emanuela Orlandi, il mistero si infittisce: vuote le 2 tombe al cimitero Teutonico, non c’erano neanche le ossa delle principesse
– Tornado si abbatte sulla Grecia, 6 morti: tra le vittime anche un bimbo di due anni La tempesta è durata circa venti minuti
– Omicidio di Genny Cesarano | Ucciso a 16 anni dalla camorra per errore, l’Appello non fa sconti: confermato l’ergastolo a 3 esponenti del clan Lo Russo
– Napoli, omicidio fuori al carcere: ergastolo a 2 uomini dell’Alleanza di Secondigliano per il delitto di Gennaro De Roberto
– Tre furti in poche settimane, ancora nel mirino il ristorante ‘Ciro a Mare’ di Portici
– Via al piano lavoro della Regione Campania: si inizierà con 3mila assunzioni nella pubblica amministrazione
– Giustizia lumaca, chiesto risarcimento: solo due udienze a sei anni dal blitz su un traffico d’oro tra Svizzera e Italia

giovedì, 11 luglio 2019 - 16:46
© RIPRODUZIONE RISERVATA