Disperso a Taranto, individuata la cabina della gru: i sommozzatori la esploreranno

Gru abbattuta

E’ stata individuata in mare questo pomeriggio la cabina della gru, precipitata ieri durante la bufera di vento e pioggia che ha investito Taranto, all’interno della quale dovrebbe trovarsi il corpo di Cosimo Mimmo Massaro, 40 anni, l’operaio dato per disperso. L’individuazione è avvenuta mediante una strumentazione tecnologica in dotazione ai vigili del fuoco che permette una osservazione a distanza.

Questa sera o quasi certamente domani mattina i sommozzatori dei vigili del fuoco proveranno ad immergersi e ad avvicinarsi alla cabina per tentare di esplorarla alla ricerca del disperso. A impedirlo oggi è stata ancora la situazione di precarietà nella quale si trova l’altra gru adiacente caduta sempre nell’area del quarto sporgente del porto mercantile in concessione ad Arcelor Mittal Italia che gestisce l’impianto siderurgico ex Ilva. Le operazioni, molto delicate, vengono coordinate dalla Capitaneria di Porto di Taranto. Allo stato attuale le attività in immersione sono sospese, continuano quelle sulla superficie marina.

Leggi anche:
– Autonomia, la Regione Campania presenta la sua proposta d’intesa al ministro Stefani De Luca: «Difesa rigorosa dell’unità»
– Vino a basso costo venduto come prodotto di qualità: 11 arresti, sequestrati 70 milioni Blitz in Puglia, Campania, Lazio e Abruzzo
– Omicidio di Genny Cesarano | Ucciso a 16 anni dalla camorra per errore, l’Appello non fa sconti: confermato l’ergastolo a 3 esponenti del clan Lo Russo
– Napoli, omicidio fuori al carcere: ergastolo a 2 uomini dell’Alleanza di Secondigliano per il delitto di Gennaro De Roberto
Tre furti in poche settimane, ancora nel mirino il ristorante ‘Ciro a Mare’ di Portici
– Via al piano lavoro della Regione Campania: si inizierà con 3mila assunzioni nella pubblica amministrazione

giovedì, 11 luglio 2019 - 19:53
© RIPRODUZIONE RISERVATA