Csm, primo ok a dimissioni del pg Fuzio Attesa decisione definitiva del ‘plenum’, il magistrato esce di scena il 21 luglio

Csm
di Roberta Miele

Il primo step per le dimissioni anticipate del procuratore generale della Cassazione Riccardo Fuzio è stato superato: la Quarta Commissione del Csm ha dato il via libera. La decisione, però, sarà definitiva solo con il voto del plenum, che potrebbe arrivare già mercoledì prossimo. Fuzio lascerà così la magistratura il 21 luglio e non il 20 novembre, come inizialmente concordato con il Comitato di presidenza di Palazzo dei marescialli.

Il pg ha deciso di andar via perché non c’erano più «le condizioni interne per garantire la piena funzionalità della Procura generale della Cassazione». Chiaro il riferimento al cambiamento del clima all’interno del Palazzaccio dopo l’iscrizione di Fuzio ne registro degli indagati dalla Procura di Perugia. Rivelazione di segreto di segreto d’ufficio il reato contestato al pg che, secondo l’accusa, ha informato l’ex presidente dell’Anm Luca Palamara dell’inchiesta a proprio carico. «Qualcuno ha messo in dubbio la mia lealtà e onestà professionale, fino al punto di ipotizzare che avessi potuto celare le carte relative alle intercettazioni con Palamara. E questo era inaccettabile», ha dichiarato Fuzio in un’intervista.

Ma il pensionamento anticipato è strategico. Con le dimissioni anticipate, infatti, la Prima Commissione del Csm, a cui sono stati trasmessi gli atti dell’inchiesta perugina, chiuderà il caso con l’archiviazione.

Leggi anche:
– Vita agiata coi soldi sporchi, condannate le donne dei boss Zagaria ma solo per ricettazione: pene ridotte in Appello
– Processo ‘Olimpo’ ai clan stabiesi, chiesta la scarcerazione di Greco: «E’ una larva umana, così si ferisce il senso di umanità»
– Omicidio del baby boss Sibillo: l’Appello conferma 3 ergastoli ai Buonerba, sconto di pena solo per Manna
– Cuginetti uccisi a Vittoria: diritto di difesa messo in discussione da avvocati, Ucpi costretta a ricordare il dovere di difendere
– Carceri, ecco il piano mobilità del Dap: in arrivo 1162 nuovi agenti penitenziari
– Nel Napoletano padre uccide la figlia di 16 mesi e poi tenta il suicidio
– Trascinata dall’auto dell’ex e uccisa, l’Appello riscrive la storia: fu omicidio preterintenzionale, 8 anni all’imputato

martedì, 16 Luglio 2019 - 16:54
© RIPRODUZIONE RISERVATA