I navigator ‘fantasma’ di nuovo in piazza, protesta davanti alla Regione Campania: «Vogliamo lavorare, ci spetta» | Video

di Tina Raucci

I vincitori del concorso di selezione per navigator sono scesi di nuovo in piazza contro il rifiuto, da parte del governatore della Campania Vincenzo De Luca, di firmare la convenzione con l’Anpal (Agenzia Nazionale per il lavoro) che darebbe il via libera all’assunzione, a tempo determinato, di 471 persone. La manifestazione si è tenuta questa mattina proprio all’esterno di Palazzo Santa Lucia, sede della Regione.

Ad oggi la Campania risulta isolata sul fronte del “no” ai navigator, dal momento che altre regioni come Calabria, Abruzzo, Emilia-Romania, Liguria, Toscana e Lazio, hanno già sottoscritto gli accordi che porteranno alla definizione dell’azione di tali figure. «C’è l’impegno del Governo a stabilizzarli» aveva dichiarato il consigliere del ministro del Lavoro Luigi di Maio, Pasquale Tridico. Proprio la mancata stabilizzazione, preventiva all’avvio dell’attività di navigator, è il punto cruciale contestato dal presidente Vincenzo De Luca: «La Regione Campania è contro il precariato. L’Anpal deve stabilizzare tutti coloro che seleziona, non si può fare formazione per due anni e poi trovarsi con i comitati di lotta fuori la Regione», ha affermato il governatore.

«De Luca dovrebbe preoccuparsi delle tensioni sociali di oggi, non di quelle del 2021. Noi abbiamo partecipato alla selezione ben consapevoli che si trattava di un Co.co.co per due anni», hanno ribattuto gli idonei a ricoprire la posizione di navigator, in seguito ad una selezione svoltasi lo scorso mese a Roma. Diritto del lavoro, disciplina dei contratti di lavoro, misura del reddito di cittadinanza sono state solo alcune delle materie oggetto dei quiz che i concorrenti hanno svolto. Tra loro vi sono laureati nelle più variegate discipline, da quelle scientifiche ad umanistiche. «Nel corso di questi due anni svilupperemo competenze professionali spendibili all’interno della Pubblica Amministrazione o al di fuori di essa», hanno inoltre replicato.

La scadenza del contratto per i navigator è fissata al 30 aprile 2021. «Invito i ragazzi e le ragazze selezionati in modo un po’ avventuroso di partecipare al bando del “Piano per il lavoro”  della Campania. Lì se vincono hanno il lavoro stabile», ha ammonito De Luca. A questa affermazione ha risposto Andrea Noviello, tra coloro che hanno superato le prove di selezione: «Io non faccio una discriminazione tra il Piano per il Lavoro e il concorso da navigator. Semplicemente abbiamo avuto quest’opportunità che molti di noi hanno ritenuto più valida e più affine alle proprie competenze».

Sul tema si è espresso in mattinata anche il ministro Luigi Maio, a cui si deve l’introduzione del reddito di cittadinanza e della figura dei navigator: «Io penso che stiamo di fronte ad una cosa che non è stata fatta in vent’anni. Noi stiamo finanziando un piano di centri per l’impiego che in vent’anni non è mai stato finanziato» ha sottolineato il vicepremier. «Questa regione ha 500 persone assunte per i centri per l’impiego, sono poche. Io gliene sto mandando da Roma e la Regione non ne vuole. Oggi c’è un tavolo tecnico tra ministero e Regione Campania, perché vogliamo dare una mano ai giovani campani ad andare al centro per l’impiego e non subire un’umiliazione», ha proseguito il ministro.

Leggi anche:
– 
Carabiniere ucciso, Di Maio: «Quella foto dell’indagato non è bella, ma basta caciara. Spero che arrivi un ergastolo»
L’ultimo saluto al carabiniere Mario Rega: «Ha servito persino la vita dei criminali, ha lottato per un mondo migliore»
– Corruzione, il giudice Capuano resta in cella: il Riesame sfoltisce le accuse, niente ingerenze in un concorso per magistrati
– 
Carabiniere ucciso, coltello e abiti sporchi nella stanza dell’hotel da 170 euro a notte. ‘Nodi’ sulla dinamica del furto del borsello
–«No ai navigator? Dispiaciuto, ma sto con De Luca. La politica non insegue consensi, cerca soluzioni»
–Ucciso per una lite fuori la discoteca, arrestati 2 uomini vicini ai Lo Russo
– Nave della Guardia Costiera bloccata con 141 migranti a bordo, Salvini: «Niente sbarco se non redistribuiti»
– Carabiniere ucciso a Roma, il grande cuore di Mario Rega: «Faceva volontariato, agli ultimi donava i suoi vestiti»

lunedì, 29 luglio 2019 - 17:49
© RIPRODUZIONE RISERVATA