Milano, ucciso con tre coltellate davanti alla porta di casa: interrogati alcuni conoscenti della vittima

Polizia
di Tina Raucci

L’hanno trovato cadavere sul ballatoio di casa. Milad Gerges, 30 anni di origini egiziane, è stato ammazzato la scorsa notte con tre coltellate. E’ accaduto a Milano, in viale Monza.

Fatali al 30nne sono state le tre coltellate all’altezza del collo, sferrate con lo stesso coltello, sporco di sangue, lasciato non lontano dal corpo della vittima. Erano pressappoco le 4 di notte, quando i residenti del viale nella periferia Est di Milano hanno chiamato il 118 e le forze dell’ordine. All’interno dell’abitazione dell’uomo era in corso una lite, le cui urla hanno scosso tutto il vicinato. Il pm di turno Francesco Ciardi, a capo delle indagini, ha già provveduto all’apertura di un fascicolo per omicidio volontario.

Nell’ambito dell’inchiesta la Squadra Mobile sta interrogando i coinquilini e gli stretti conoscenti di Milad Gerges. In particolare le indagini si stanno concentrando su alcune persone di origine nordafricana, che sono state accompagnate in questura perché, secondo gli inquirenti, si sarebbero trovate in casa con la vittima nella notte del decesso.

Leggi anche:
– 
‘Sicurezza bis’, i grillini che un tempo volevano Gino Strada alla presidenza della Repubblica aiutano Salvini: il testo è legge
– Savona, 12enne ferito dal lancio di un cassonetto: fermato un sospettato
– Pianura, ucciso perché chiedeva il pizzo senza il placet del clan: a processo sei uomini dei Pesce-Marfella
– Navigator ‘fantasmi’ in corteo a Palazzo Santa Lucia per chiedere un incontro:
«Posizione del Governatore illegittima»
Ischia, 16enne investito da un’auto e ucciso: la conducente della vettura accusata di omicidio stradale
Soldi, ricatti e foto con simboli satanici. La denuncia di una mamma: «Mia figlia vittima di una setta satanica». Gli strani bonifici da oltre 300mila euro

martedì, 6 Agosto 2019 - 14:12
© RIPRODUZIONE RISERVATA