Incidenti sul lavoro, la strage silenziosa: due operai ustionati dopo esplosione, a Milano è morto l’operaio in coma da ieri

incidente lavoro
Un incidente sul lavoro (foto Kontrolab)

Alessandro non ce l’ha fatta. Il cuore dell’operaio di 27 anni vittima, nella giornata di ieri, di un incidente sul lavoro s’è fermato stamattina all’ospedale Niguarda. Alessandro Veozzoli stava lavorando in un cantieri di Milano nella zona Washington, in via Giovanni Battista Soresina: il 17enne si trovava al sesto piano interrato di un garante quando da quello superiore due colleghi gli avrebbero passato un lungo e pesante tondino di ferro. La barra però sarebbe piombata addosso ad Alessandro, trafiggendogli la testa.

Nel giorno della morte da Alessandro, da Brescia arriva la notizia di un nuovo gravissimo incidente sul lavoro: due operai di 29 e 33 anni sono rimasti gravemente ustionati mentre stavano svolgendo alcuni lavori stradali all’altezza del civico 147 di via Sant’Orsola 147 a Caionvico, frazione di Brescia. Secondo quanto riferito dall’Azienda di emergenza urgenza (Areu), l’incidente è avvenuto intorno alle 8.50 e i due feriti sono stati trasportati in codice rosso rispettivamente agli Spedali civili di Brescia e all’ospedale Niguarda di Milano con l’elisoccorso di Bergamo. Dalle primissime ricostruzioni si fa strada l’ipotesi di una rottura di una tubatura del gas a cui sarebbe seguita un’esplosione che avrebbe investito i lavoratori.

Due storie che scandiscono una strage silenziosa che anche in questa prima settimana di agosto ha fatto registrare numerose vittime. Mercoledì 7 agosto un 58enne è morto seguito di un incidente sul lavoro verificatosi a Ostellato, nel Ferrarese. L’uomo, proprietario della ditta Movitrans e originario del Modenese, stava installando una pesa per camion quando una cinghia ha ceduto e il 58enne è caduto all’indietro battendo la testa e morendo sul colpo. Inutili i soccorsi dei sanitari del 118.

Sempre il 7 agosto ad Imperia, Claudio Holzer, operaio di 41 anni originario di Trento e impiegato per un frantoio di Dolcedo in Liguria, è morto schiacciato dal trattore su cui lavorava. Sembra che il mezzo si sia prima inclinato su un fianco e poi rovesciato. Sul posto sono intervenuti il personale sanitario del 118 e i vigili del fuoco, ma nonostante i ripetuti tentativi di rianimare l’operaio, non c’è stato modo per tenerlo in vita. L’operaio morto si chiamava Claudio Holzer. Lavorava per il frantoio Benza. Claudio Holzer lascia la moglie, impiegata nella stessa ditta, e un figlio di un anno e mezzo.

Lo scorso 3 agosto a Trieste un operaio 26enne è rimasto schiacciato tra un trattore e un automezzo, riportando diversi traumi. L’incidente è avvenuto nella società di corriere espresso Brt Spa, nella zona industriale di Palmanova (Udine).

E’ rimasto ferito, per fortuna non in modo grave, anche un operaio a lavoro in una fonderia di Castelfiorentino (Firenze): lo scorso 8 agosto  gli è caduto addosso del materiale da lavoro. L’uomo ha riportato la lussazione di una spalla.

Leggi anche:
– 
‘Ndrangheta, colpo alle cosche Muià, Figlionemi e Commisso: 28 ordinanze. Decisioni venivano prese in Canada
– Migranti, Richard Gere a Lampedusa per sostenere la Open Arms in mare da 8 giorni; un’altra ong salva 80 persone
– Forza Italia prova a fermare Giovanni Toti: «Espulsi dal partito quanti aderiranno al movimento del governatore ligure»
Neymar accusato di stupro da una modella, ma le prove non ci sono: chiesta l’archiviazione per il calciatore
Governo, Matteo Salvini stacca la spina: «Voto subito, non c’è più maggioranza». Sullo sfondo il ‘nodo’ della manovra
Migranti, la Open Arms da 7 giorni in mare. Nessuno vuole i migranti, la Ong accusa: «E’ rimasto qualcuno a difendere la vita?»
– Carabiniere ucciso a Roma, l’analisi delle tracce ematiche e di impronte nella stanza d’albergo dei due americani
– Tav, respinta in Senato la mozione dei grillini contro l’opera: Di Maio via dall’Aula senza dire una parola

venerdì, 9 agosto 2019 - 11:30
© RIPRODUZIONE RISERVATA