E’ dipendente statale ma faceva anche l’animatore turistico senza averlo dichiarato: dovrà restituire i guadagni

Guardia di Finanza

Percepiva lo stipendio di dipendente statale e poi, senza alcuna autorizzazione e in nero, arrotondava le sue entrate facendo l’animatore turistico. Un assistente amministrativo di Cagliari, che collaborava anche con due societa’ con sede nella penisola, è stato scoperto dalla guardia di finanza, che ora gli contesta compensi extra per oltre 42 mila euro percepiti illecitamente dal 2014.

Il dipendente pubblico, che avrebbe dovuto concordare gli incarichi professionali con l’amministrazione per cui lavorava e farseli autorizzare, dovrà restituire quanto guadagnato mentre faceva l’animatore. Le Fiamme gialle hanno anche constatato che quelle somme non erano mai state dichiarate al fisco. Guai in arrivo anche per le due societa’ che avevano reclutato il dipendente statale: dovranno pagare sanzioni per circa 10 mila euro per avergli conferito gli incarichi.

La condotta dell’assistente amministrativo è stata anche segnalata alla procura della Corte dei conti per la Sardegna, in quanto si profila anche un danno erariale.

Leggi anche:
– 
Crisi di Governo, è tutti contro Salvini. Lunedì conferenza dei capigruppo e Conte prepara l’operazione verità
– Clan Reale, 6 arresti: c’è anche Salvatore Nurcaro, era il bersaglio dell’agguato in cui rimase ferita la piccola Noemi
– Napoli, accusati di aver aggredito e tentato di rapinare una turista in villa comunale: arrestati 4 minorenni
– ‘Ndrangheta, colpo alle cosche Muià, Figlionemi e Commisso: 28 ordinanze. Decisioni venivano prese in Canada

– Migranti, Richard Gere a Lampedusa per sostenere la Open Arms in mare da 8 giorni; un’altra ong salva 80 persone
– Forza Italia prova a fermare Giovanni Toti: «Espulsi dal partito quanti aderiranno al movimento del governatore ligure»
Neymar accusato di stupro da una modella, ma le prove non ci sono: chiesta l’archiviazione per il calciatore

sabato, 10 agosto 2019 - 12:54
© RIPRODUZIONE RISERVATA