Napoli, Sepe contro le baby gang: “Schegge impazzite, feroci e senza limiti”

Cardinale Sepe
Il cardinale Crescenzio Sepe

“Vedo in giro schegge impazzite che ormai non hanno limiti, non c’è limite alla loro ferocia e quindi diventano come delle belve che cercano di far valere la loro supremazia proprio con i più deboli”. E’ quanto ha detto l’arcivescovo di Napoli, il cardinale Crescenzio Sepe, rispondendo alla domanda di un giornalista, a margine della celebrazione per la Madonna Assunta nel Duomo di Napoli, sull’aggressione avvenuta nei giorni scorsi ai danni di due cittadini stranieri forse ad opera di una baby gang. “Cosa si deve fare? Tutti devono prendere coscienza – ha aggiunto Sepe – affinché si trovi un rimedio, contro il male bisogna trovare il rimedio del bene”.

Domenica notte un venditore ambulante di cover per telefonini cellulari, un migrante originario del Bangladesh, è stato aggredito sul lungomare di via Partenope. L’uomo, un 39enne con permesso di soggiorno, stava rientrando verso casa, ai Quartieri spagnoli dopo aver stazionato con il suo carrettino mobile, insieme ad un connazionale che vende occhiali da sole, in via Partenope, abitualmente occupata da venditori ambulanti soprattutto di merce contraffatta.

In via Generale Orsini, una traversa di Via Partenope i due sono stati ed accerchiati da un gruppo di ragazzini di 15-16 anni, uno dei quali ha rubato una delle cover per cellulari. L’ambulante ha reagito chiedendo che gli fosse restituita oppure pagata. In risposta gli è arrivata una pietra in faccia.Gli aggressori gli hanno lanciato una pietra in pieno volto. Dovrà subire un intervento di chirurgia maxillo-facciale per una frattura alla mandibola, ma le sue condizioni non sono giudicate preoccupanti.

Leggi anche:
– 
Migranti, il Tar del dà il via libera a Open Arms: entri in Italia, la Ong verso Lampedusa. Scontro Salvini-Conte
– Donna vittima di violenze sessuali ed estorsioni per 10 anni nel Cosentino
– Il boato, poi l’inferno di lamiere e cemento L’Apocalisse di Genova un anno dopo
– Napoli, al rione Traiano scoperte le armi della camorra: pistole e proiettili trovati in un terreno | Video
– Lutto nel mondo dello spettacolo, è morta Nadia Toffa. L’addio delle Iene: niente sarà come prima
– Tir travolge un’auto: studente 29enne perde la vita nel Casertano
– Esodo da bollino nero, 5 morti e 3 feriti: deceduto anche un bimbo di appena 3 anni
– Carabiniere ucciso, identificato e indagato il militare che scattò la foto al californiano bendato in un ufficio dell’Arma
– Giustizia, 9 candidati per il posto di procuratore generale della Cassazione: c’è anche il pg di Napoli Luigi Riello

giovedì, 15 agosto 2019 - 16:06
© RIPRODUZIONE RISERVATA