Open Arms, i grillini riscoprono il valore di umanità: il ministro Trenta scarica Salvini e non firma il ‘no’ allo sbarco

open arms

Ieri la lettera del premier Giuseppe Conte indirizzata a Salvini affinché desse il via libera allo sbarco dei migranti della Open Arms, la ong ‘senza porto’ che naviga da 14 giorni. E nella notte tra ieri e oggi la decisione del ministro della Difesa Elisabetta Trenta di non firmare il decreto di divieto di sbarco che il leader della Lega ha presentato nonostante la decisione del Tar del Lazio che dà il via libera all’ingresso di Open Arms in acque territoriali italiane.

Nel pieno della crisi di Governo innescata da Salvini, i grillini adesso riscoprono i valori di umanità, quelli che avevano chiuso in un cassetto durante lo strano matrimonio gialloverde, e mettono in minoranza il ministro dell’Interno sul tema dell’immigrazione. “Non si può’ ritenere che siano rinvenibili nuove cogenti motivazioni di carattere generale ovvero di ordine e sicurezza pubblica tali da superare gli elementi di diritto e di fatto nonché le ragioni di necessità e urgenza posti alla base della misura cautelare disposta dall’autorità giudiziaria, che anzi si sono verosimilmente aggravati”, ha spiegato Elisabetta Trenta.

Per il ministro della Difesa “la mancata adesione alla decisione del giudice amministrativo “potrebbe finanche configurare la violazione di norme penali fermo restando, in ogni caso, che in adesione al dictum iuris sarebbe stato eventualmente necessario inserire nel dispositivo del provvedimento un’esplicita disponibilità all’assistenza delle persone maggiormente bisognevoli”. “Ho preso questa decisione, motivata da solide ragioni legali, ascoltando la mia coscienza – sottolinea ancora il ministro- Non dobbiamo mai dimenticare che dietro le polemiche di questi giorni ci sono bambini e ragazzi che hanno sofferto violenze e abusi di ogni tipo. La politica non può mai perdere l’umanità. Per questo non ho firmato”.

Leggi anche:
– 
Migranti, il Tar del dà il via libera a Open Arms: entri in Italia, la Ong verso Lampedusa. Scontro Salvini-Conte
– Donna vittima di violenze sessuali ed estorsioni per 10 anni nel Cosentino
– Il boato, poi l’inferno di lamiere e cemento L’Apocalisse di Genova un anno dopo
– Napoli, al rione Traiano scoperte le armi della camorra: pistole e proiettili trovati in un terreno | Video
– Lutto nel mondo dello spettacolo, è morta Nadia Toffa. L’addio delle Iene: niente sarà come prima
– Tir travolge un’auto: studente 29enne perde la vita nel Casertano
– Esodo da bollino nero, 5 morti e 3 feriti: deceduto anche un bimbo di appena 3 anni
– Carabiniere ucciso, identificato e indagato il militare che scattò la foto al californiano bendato in un ufficio dell’Arma
– Giustizia, 9 candidati per il posto di procuratore generale della Cassazione: c’è anche il pg di Napoli Luigi Riello

giovedì, 15 agosto 2019 - 09:49
© RIPRODUZIONE RISERVATA