Ruba uno scooter e fugge all’alt dei carabinieri ma sbatte contro un’auto della polizia

Carabinieri
I militari dell'Arma (foto Kontrolab)

Poco dopo aver rubato uno scooter 125 un 52enne romano si è visto alzare davanti, in via Pietro Bembo, a Primavalle, la paletta dei carabinieri impegnati in un posto di controllo. Ma, invece di fermarsi, l’uomo ha accelerato puntando il militare e andando a sbattere con il parabrezza proprio contro la paletta che gli aveva intimato l’alt. La pattuglia del posto di blocco, della Stazione Carabinieri Roma Montespaccato, assiem ad una gazzella del Nucleo Radiomobile di Roma, sono partite all’inseguimento dello scooter.

Il fuggitivo ha effettuato una serie di manovre pericolose, imboccando varie strade contromano, tra cui anche via Boccea, fino ad arrivare in via Pasquale II dove ha incrociato un’auto civetta del commissariato di polizia di Stato di Roma Primavalle. Anche gli agenti della polizia hanno intimato l’alt con la paletta, ma l’uomo in scooter nel frattempo è andato a sbattere contro la loro auto di servizio cadendo al suolo. A quel punto, i carabinieri che lo stavano inseguendo lo hanno arrestato, nonostante il tentativo di fuggire nuovamente dopo aver riportato delle lievi escoriazioni nella caduta.

Anche gli agenti della polizia di Stato che hanno coadiuvato i carabinieri nell’arresto sono dovuti ricorrere alle cure dei sanitari per lievi traumi subiti nell’impatto. Per il 52enne la giornata si è conclusa nelle camere di sicurezza dei carabinieri, dove è rimasto in attesa di essere sottoposto al rito direttissimo: dovrà rispondere di furto, resistenza a pubblico ufficiale e danneggiamento.

Leggi anche:
Open Arms, sedicesimo giorno in mare con 134 migranti a bordo: la Guardia Costiera scrive al Viminale, ma Salvini tace
– Fitta online casa vacanza in Riviera a prezzi stracciati, ma è una truffa: 26enne del Napoletano denunciato
– Migranti, il Tar del dà il via libera a Open Arms: entri in Italia, la Ong verso Lampedusa. Scontro Salvini-Conte
– Donna vittima di violenze sessuali ed estorsioni per 10 anni nel Cosentino
– Il boato, poi l’inferno di lamiere e cemento L’Apocalisse di Genova un anno dopo
– Napoli, al rione Traiano scoperte le armi della camorra: pistole e proiettili trovati in un terreno | Video

sabato, 17 Agosto 2019 - 13:58
© RIPRODUZIONE RISERVATA