Campania flagellata dagli incendi, in atto 7 roghi: il più grave nel Beneventano

Canadair in azione (foto Kontrolab)

Dal 15 giugno, data di inizio della campagna antincendio, sono 769 gli interventi coordinati dalla Protezione civile regionale per spegnere altrettanti roghi divampati in Campania. Sul numero totale, i mezzi aerei e di terra sono stati chiamati in causa per domare 248 roghi boschivi. Oggi si registrano sette incendi, di cui quello più importante è ancora in atto a Durazzano (Benevento) e potrebbe essere necessario un mezzo aereo nazionale. Gli altri sei roghi, sparsi tra le province di Avellino e Caserta, non destano particolare preoccupazione e sono gestiti dai mezzi di terra.

Ieri è arrivata una sola richiesta di intervento aereo, mentre sabato alcune sterpaglie sono andate a fuoco in un terreno privato situato nel territorio di Ercolano, all’interno dell’area protetta del Parco nazionale del Vesuvio. L’incendio è stato spento dai vigili del fuoco che, il giorno prima, sono accorsi nell’area del cratere di Agnano, a ovest di Napoli, per neutralizzare un altro rogo e impedire che le fiamme si avvicinassero al complesso residenziale del Pendio di Agnano. Nelle giornate precedenti le fiamme avevano colpito la Collina dei Camaldoli e le aree a ridosso del comune di Marano e del quartiere di Scampia, a nord di Napoli.

Leggi anche:
Open Arms, sedicesimo giorno in mare con 134 migranti a bordo: la Guardia Costiera scrive al Viminale, ma Salvini tace
– Fitta online casa vacanza in Riviera a prezzi stracciati, ma è una truffa: 26enne del Napoletano denunciato
– Migranti, il Tar del dà il via libera a Open Arms: entri in Italia, la Ong verso Lampedusa. Scontro Salvini-Conte
– Donna vittima di violenze sessuali ed estorsioni per 10 anni nel Cosentino
– Il boato, poi l’inferno di lamiere e cemento L’Apocalisse di Genova un anno dopo
– Napoli, al rione Traiano scoperte le armi della camorra: pistole e proiettili trovati in un terreno | Video

lunedì, 19 agosto 2019 - 16:27
© RIPRODUZIONE RISERVATA