Era evaso dal carcere di Rebibbia a Roma, arrestato a Melito: si nascondeva in casa della vedova di un uomo degli Amato-Pagano

Cella Carcere

Aveva approfittato del trasferimento dal carcere di Rebibbia, dove era detenuto, all’ospedale Sandro Pertini, dove era in programma una visita medica, per mettere in atto il piano di fuga. Vincenzo Sigigliano, 47 anni, era evaso così la mattina del 16 agosto.

La sua fuga però si è interrotta. La polizia lo ha arrestato oggi a Melito, comune in provincia di Napoli: l’uomo aveva trovato rifugio nell’abitazione di una parente. La donna è la vedova di Davide Tarantino, scomparso nell’ambito della faida avvenuta all’interno del clan Amato-Pagano tre anni fa. Il cadavere dell’uomo fu ritrovato due anni dopo nelle campagne del Giuglianese. Il figlio della donna, un giovane di 24 anni, è stato arrestato per procurata inosservanza di pena e verrà giudicato domani. Per Sigigliano è scattata la nuova accusa di evasione.

L’uomo stava scontando una pena di 7 anni, 1 mese e 6 giorni per truffa e falso in seguito ad un ordine di esecuzione emesso nell’agosto 2016 dalla Procura Generale presso la Corte d’Appello di Brescia.

Leggi anche
– 
Torre Annunziata, spari contro una coppia: 25enne ferita ad una gamba
– In fuga con auto rubata, sperona i carabinieri: 34enne finisce in manette
– Crisi di Governo, consultazioni in 2 giorni Mattarella detta i tempi della crisi: ultima chiamata per i Cinque Stelle e il Pd
Open Arms, sedicesimo giorno in mare con 134 migranti a bordo: la Guardia Costiera scrive al Viminale, ma Salvini tace
– Fitta online casa vacanza in Riviera a prezzi stracciati, ma è una truffa: 26enne del Napoletano denunciato
– Migranti, il Tar del dà il via libera a Open Arms: entri in Italia, la Ong verso Lampedusa. Scontro Salvini-Conte
– Donna vittima di violenze sessuali ed estorsioni per 10 anni nel Cosentino

giovedì, 22 agosto 2019 - 10:31
© RIPRODUZIONE RISERVATA