Giocattoli non sicuri venduti nei negozi, sequestro a San Giorgio a Cremano e a Casoria: sotto chiave 2 milioni di prodotti


Giocattoli privi delle certificazioni e quindi potenzialmente numerosi messi in vendita da due negozi, uno a San Giorgio a Cremano e l’altro a Casoria. Li hanno scoperti e sequestrati gli uomini del Comando provinciale di Napoli nel corso di due distinti interventi. Sotto sequestro, complessivamente, sono finiti circa 2 milioni e mezzo di articoli.

A San Giorgio a Cremano i finanzieri si sono concentrati su un esercizio commerciale gestito da un cittadino di nazionalità cinese: gli articoli era privi delle informazioni e delle caratteristiche previste dal D. Lgv. n. 206/2005 cd. “Codice del Consumo”.

L’intervento degli uomini della compagnia di Portici ha consentito di sequestrare, impedendone così la commercializzazione, circa 1.200.000 articoli costituiti prevalentemente da giocattoli, decorazioni e clip adesive destinati ai più piccoli. Il responsabile è stato segnalato alla locale Camera di Commercio.

A Casoria, invece, i finanzieri hanno sequestrato – sempre all’interno di un esercizio commerciale – oltre 1.250.000 pezzi tra prodotti elettrici, articoli di bigiotteria e giocattoli privi dei contenuti minimi di informazione per il consumatore, insieme ad ulteriori 1.157 articoli falsi, tra orologi, bracciali e giocattoli. All’interno dello stesso locale, è stata anche rinvenuta della sostanza stupefacente, oltre 30 grammi di marijuana, confezionata in piccole dosi e pronta per essere venduta. Al termine del controllo il tutto è stato sequestrato, mentre 2 responsabili, entrambi di nazionalità cinese, sono stati denunciati all’autorità giudiziaria competente.

Leggi anche:
– 
Catturato il 32enne evaso dal carcere di Poggioreale, rintracciato dalla polizia: era al corso Garibaldi
– Incidente sul lavoro nell’Aquilano, 33enne muore durante dei lavori di manutenzione
– Navigator ‘fantasma’ della Campania, cominciato lo sciopero della fame: «Il presidente Mattarella ci aiuti»
– Napoli, prima rapinano due uomini e poi sparano contro la porta di una paninoteca
– Campania, sciopero della fame per i navigator ‘fantasma’: “De Luca calpesta i principi fondamentali della Costituzione”
– Cardito, bimbo ucciso di botte: a processo il patrigno, che lo massacrò, e la madre che rimase a guardare
– Governo, buona la prima tra Pd-5Stelle ma il confronto prosegue; c’è chi chiede voto sulla piattaforma Rousseau

martedì, 27 agosto 2019 - 11:44
© RIPRODUZIONE RISERVATA