Navigator al lavoro dal 2 settembre tranne in Campania: quinto giorno di sit-in per i 471 vincitori di concorso

navigator

Sono stremati, stanchi, sfiduciati. E si sentono abbandonati. Abbandonati dal Governatore Vincenzo De Luca, che loro vorrebbero incontrare per un confronto, per chiedergli di tornare sui suoi passi e consentire ai 471 navigator campani vincitori di concorso di potere iniziare a lavorare.

Aiutaci con un like a mantenere
l’informazione libera e indipendente

Al quinto giorno di sit-in dinanzi alla sede di Palazzo Santa Lucia, il nervosismo tra i navigator ‘fantasma’ cresce. La ‘delegazione’ che lunedì ha iniziato lo sciopero della fame ha cominciato ad accusare i primi preoccupanti malori. Anche oggi un’ambulanza è dovuta intervenire. Carlo Del Gaudio, 59 anni, ha ancora la febbre: già ieri gli operatori del 118 l’hanno visitato, ma se non assume anti-infiammatori la situazione non migliorerà. Il problema però è che Carlo non può assumere quel tipo di medicinali perché è a digiuno e ieri  ha rifiutato il ricovero, ma stavolta potrebbe essere costretto ad andare in ospedale. «Vogliamo essere ricevuti. Vogliamo che qualcuno ci ascolti. Ci hanno abbandonati», dicono alcuni dei manifestanti.

Sul posto si è recata l’assessore comunale al Lavoro Monica Buonanno: «Si può non ritenere opportuna la scelta dello sciopero della fame, ma – aggiunge – non si può fingere di non vedere che sotto il palazzo di governo regionale c’é un presidio permanente. I lavoratori avrebbero meritato durante la settimana appena trascorsa una qualsiasi forma di interlocuzione. Siamo consapevoli che sulla lotta al precariato si debba una volta per tutte non solo parlare ma avviare una riflessione seria tra Istituzioni che porti a soluzioni praticabili. Il mercato del lavoro è cambiato e su questo non si possono costruire politiche che andavano bene per un mercato del lavoro diverso. La vera sfida – è costruire politiche del lavoro che tengano conto dei territori e degli scenari sociali ed economici, valorizzando e non demonizzando».

Mentre i navigator campani chiedono di potere iniziare a lavorare, in altre regioni i vincitori di concorso cominciano il loro percorso. Nelle Marche i 55 navigator prenderanno servizio lunedì 2 settembre: dovranno trovare lavoro ai circa 8mila cittadini della regione che percepiscono il reddito di cittadinanza. L’assessore regionale al Lavoro, alla Formazione e all’Istruzione Loretta Bravi li ha incontrati nel corso dell’ultima delle quattro giornate di formazione nella sede di Palazzo Leopardi ad Ancona. I 55 navigator con un contratto di collaborazione di due anni sono così suddivisi: 17 per la provincia di Ancona, 8 per Ascoli Piceno, 6 per Fermo, 11 per Macerata e 13 per Pesaro. In maggioranza sono donne, l’eta’ media e’ 35 anni ma ci sono anche due 60enni. «Ci aspettiamo un primo potenziamento di chi lavora nei 13 Centri per Impiego – spiega Bravi -. La funzione è ben chiara dal decreto ministeriale: dovranno supportare i beneficiari del reddito di cittadinanza individuando le esigenze di formazione e indirizzarli verso un percorso d’inserimento lavorativo. O di “autoimprenditorialita’, facendogli scoprire attitudini e opportunità. Avranno circa 150 persone a testa da seguire. Ogni mese – prosegue l’assessore – faremo un incontro per monitorare l’andamento delle attività».

Leggi anche:
– 
Migranti, l’appello della Mare Jonio: «Manca l’acqua a bordo, fateci sbarcare». Donne e bambini sono stati fatti scendere
– Capalbio, bimbi giù dalla finestra: stavano giocando, hanno 5 e 11 anni
– Napoletani scomparsi in Messico, ora in campo anche la Federazione Interamericana Avvocati
Napoli, paziente finisce in coma: due inchieste sull’ospedale del Mare. La figlia: è allergica, le hanno dato un antibiotico
– Matera, due operai morti nel pozzo di una discarica: uccisi dalle esalazioni di gas
– Migranti, la Mare Jonio in balia delle onde: ora per Pd e Cinque Stelle scoppia la ‘grana’ della legge ‘sicurezza bis’
– Campania, appello dei navigator ‘fantasma’ a Conte: «Presidente, metta fine a questa violenza istituzionale»

venerdì, 30 agosto 2019 - 14:39
© RIPRODUZIONE RISERVATA