Bomba carta a Torre Annunziata, il primo cittadino: «Colpi di coda di alcuni disperati, non bisogna abbattersi»

Sindaco
Il sindaco di Torre Annunziata Vincenzo Ascione

Questa notte una bomba carta ha risvegliato i cittadini di Torre Annunziata (in provincia di Napoli). Una forte esplosione davanti all’uscio di un’abitazione in via Sambuco (in cui vivono 4 persone) ha provocato il ferimento di un ragazzo di 15 anni. Sulla questione è intervenuto il sindaco Vincenzo Ascione.

«Ancora un episodio criminale a Torre Annunziata – sottolinea in una nota il primo cittadino -. Colpi di coda di alcuni disperati che non si arrendono di fronte ai duri colpi inferti dalle forze dell’ordine e dalla magistratura in questi ultimi anni. Ma non bisogna assolutamente abbattersi, non faremo prevalere la barbarie su civiltà e legalità». «Bisogna assolutamente reagire continuando nell’opera di riqualificazione di aree degradate della città e nella creazione di nuovi posti di lavoro» conclude il sindaco.

Leggi anche:
– 
Governo, Di Maio bacchettato anche da Grillo: gioca la carta del voto su Rousseau per provare a blindare la leadership
– Gioca con una fascetta e si soffoca, grave una ragazzina di 11 anni
– Napoli, la Whirlpool boccia il decreto legge sulle crisi aziendali: «I 16 milioni previsti non sono sufficienti, riconvertiamo il sito»
– Napoli, via al concorso della Regione Campania: la carica dei 304mila candidati per oltre 2mila posti di lavoro
– Torre Annunziata, boato nella notte: esplosione in via Sambuco, 15enne ferito
– Migranti, la nave Eleonore forza il blocco e si dirige verso Pozzallo. Il capitano: «C’è pericolo per la vita delle persone»
Qualiano, blitz anti-assentismo al Comune: denunciati 17 dipendenti

lunedì, 2 settembre 2019 - 18:35
© RIPRODUZIONE RISERVATA