Napoli, spara con il mitra all’ex cognato e si ferisce da solo con la stessa arma

Ospedale san Paolo

Emergono nuovi particolari sul ferimento dei due giovani a Fuorigrotta di poco fa. Una delle due persone ferite è un giovane di 24 anni, Umberto Magrelli, è stato colpito da due proiettili di mitra poco dopo le 19 davanti al bar-ristorante gestito dal padre nel quartiere Fuorigrotta, a Napoli. A sparargli – secondo quanto ha ricostruito la polizia – è stato l’ex fidanzato della sorella, Salvatore Carandente, 20 anni, giunto in sella a uno scooter guidato da un complice non ancora identificato. Magrelli è stato colpito all’angolo tra via Campegna e via Cattolica.

L’agguato sarebbe stato causato da dissidi personali, secondo i primi elementi raccolti dalla Polizia. Magrelli e’ stato colpito ad un fianco e ad una natica e si e’ recato da solo all’ Ospedale San Paolo dove lo stanno operando per l’estrazione dei proiettili. Durante la fuga Carandente ha poi esploso per errore un colpo di mitra, ferendosi ad una gamba. Anche lui si e’ recato all’ ospedale San Paolo, dove e’ in stato di arresto. La Polizia sta cercando il mitra che sarebbe stato abbandonato nei pressi di piazza Neghelli e sta cercando di identificare il complice di Carandente, che era alla guida dello scooter.

Leggi anche:
– Piacenza, trovato il cadavere di Elisa Pomarelli: Sebastiani ha indicato il luogo
– Autostrade, passo indietro di Di Maio sulla revoca delle concessioni. Furia Giarrusso (5Stelle): «Non voto la fiducia al Senato»
– Uragano Dorian, le vittime salgono a 43 Fuga dei superstiti dall’orrore: ammassati nei porti in attesa delle navi
– Campania, navigator ‘fantasma’ in piazza: catena umana sotto la Regione per chiedere lo sblocco dell’assunzione
– Assenteismo, indagati 30 dipendenti pubblici della “Casa di cura di Scilla”: risultavano a lavoro ma facevano shopping

sabato, 7 Settembre 2019 - 21:06
© RIPRODUZIONE RISERVATA