Caso Whirlpool, ceduto il ramo d’azienda di Napoli agli svizzeri della Prs. Tensione tra lavoratori e sindacati fuori al Mise

Whirlpool
Lo stabilimento Whirlpool di Ponticelli

Il ramo d’azienda napoletano della Whirlpool sarà trasferito alla società svizzera Passive Refrigeration Solutions S.A. (PRS). La novità, a sorpresa, è stata comunicata poco dopo le quattro e mezza di oggi pomeriggio. «A seguito di attente valutazioni, condivise nel corso del confronto con le parti, il trasferimento del ramo d’azienda rappresenta l’unico modo per tutelare la massima occupazione a Napoli e offrire un futuro sostenibile di lungo termine allo stabilimento che, in alternativa, avrebbe cessato ogni attività produttiva», si legge in una nota della società statunitense.

Prs, spiega ancora Whirlpool, «ha elaborato un progetto di riconversione che individua nello stabilimento di Napoli una struttura idonea alla produzione di sistemi di refrigerazione passiva. La nuova missione sarà in grado di mantenere gli attuali livelli occupazionali». Come già più volte ribadito, sottolinea il gruppo, «il drastico declino della domanda di lavatrici di alta gamma a livello internazionale e il conseguente calo della produzione hanno portato lo stabilimento di Napoli ad operare al di sotto del 30% della propria capacità produttiva, determinando così una situazione non più sostenibile per l’Azienda e per i propri dipendenti».

Tali condizioni, non previste né in alcun modo prevedibili al momento della sottoscrizione del piano industriale del 25 ottobre 2018, rileva Whirlpool, «sono imputabili in particolare a un contesto macro economico generale di crisi che ha investito in particolar modo alcuni dei mercati più rilevanti tra cui Stati Uniti d’America, India, Argentina e i principali in ambito Emea».

La società ha comunicato la novità durante una riunione al Mise. Al termine dell’incontro si sono registrati momenti di tensione. I lavoratori si sono rivolti verbalmente contro le delegazioni dei sindacati, rimasti per precauzione dietro il cancello del dicastero protetti dalla polizia, esprimendo così tutta la loro rabbia per i mesi passati nell’incertezza del loro futuro e bocciando la soluzione individuata da Whirlpool.

Leggi anche:
– 
Pestano, rapinano e violentano un’anziana: arrestati 2 minorenni a Messina
– Terremoto Renzi, sindaci e amministratori di Regione prendono tempo: silenzio in Campania, il rebus elezioni agita i sonni
– Sequestra per 12 ore l’ex compagna e la figlia di 2 anni, poi violenta la donna Arrestato 27enne nel Napoletano
– Processo Maugeri, Formigoni e altri imputati condannati a risarcire 47 milioni
– Renzi via dal Pd, terremoto in casa ‘dem’: ecco chi ha già seguito l’ex segretario e chi, tra i suoi amici, resta nel partito
– Olio di semi ‘corretto’ venduto a ristoranti e bar come olio d’oliva, frode tra Puglia e Toscana: 14 indagati, 2 ai domiciliari
– Neonato trovato senza vita ritrovato in fondo a una scarpata in Alto Adige
– Blitz antimafia all’alba, colpo alla Sacra Corona Unita: 22 arresti nel Salento

martedì, 17 Settembre 2019 - 17:42
© RIPRODUZIONE RISERVATA