Crac Fiorentina, Vittorio Cecchi Gori condannato a risarcire 19 milioni di euro

Cecchi Gori

L’ex presidente della Fiorentina, Vittorio Cecchi Gori, è stato condannato dal tribunale civile di Firenze al risarcimento di 19 milioni di euro per il danno provocato dal fallimento della società viola, avvenuto nell’agosto del 2002.

La causa per responsabilità nell’amministrazione della vecchia società calcistica era stata promossa dalla curatela fallimentare nei confronti anche degli altri consiglieri ed amministratori (tra questi, Luciano Luna, Mario Sconcerti, Sarkis Zerunian, Ottavio Bianchi, Marco Vichi, Sergio Bartolelli), ma Cecchi Gori è stato ritenuto l’unico responsabile, in quanto avrebbe ‘spolpato’ la società calcistica per fronteggiare la crisi del suo gruppo. Per il fallimento della vecchia Fiorentina, Cecchi Gori è stato condannato per bancarotta anche nel processo penale: tre anni e quattro mesi.

Leggi anche:
– 
Giustizia, Pd e 5Stelle trovano l’accordo: «Riforma radicale del Csm», sorteggio in bilico. Nuovo testo in Cdm entro fine anno
Vono va con Renzi e manda in tilt Di Maio, lui minaccia richieste danni per arginare le perdite e chiede il vincolo di mandato
– Clima, un milione di studenti in piazza: scontri a Palermo, incidente a Napoli. Sala sfila coi ragazzi, Conte li applaude
Rigopiano, madre di una vittima picchia l’ex sindaco imputato nel bar del Tribunale: «Ha condannato mio figlio a morte»

venerdì, 27 settembre 2019 - 19:51
© RIPRODUZIONE RISERVATA