Camorra a Rimini, anche il nipote del boss Eduardo Contini tra i 10 destinatari della misura cautelare

Carabinieri

C’è anche il nipote del boss Eduardo Contini ‘o romano tra le 10 persone destinatarie di misura cautelare nell’inchiesta sulla camorra a Rimini. Ciro Contini, attualmente detenuto per altro, è accusato di avere riciclato denaro sporco grazie ad un’attività di autonoleggio a Rimini, fittiziamente intestata ad uno degli arrestati ma difatti gestita da un suo vice.

Ciro Contini è attualmente sotto processo per associazione di stampo mafioso per avere fatto parte del clan Sibillo, la cosca di giovanissimi criminali che ha terrorizzato Forcella e il centro storico. Com’è noto, i Sibillo avevano la protezione dei Contini e Ciro Contini era proprio l’anello di collegamento tra la cosca di Forcella e il clan del Vasto. Nei suoi confronti, lo scorso 26 settembre, la procura ha chiesto la condanna a 10 anni e 8 mesi di reclusione. Contini è indagato a piede libero per l’omicidio del meccanico Luigi Galletta: rispetto a questa accusa fu anche emessa misura cautelare in carcere ma il provvedimento restrittivo fu annullato dal Riesame per carenza dei gravi indizi.

Leggi anche:
– Salerno, piazza di spaccio nell’Università di Fisciano e minori usati nello smercio: 14 misure cautelari
Csm, Bonafede verso la rinuncia al sorteggio e Grasso offre al ministro la sua proposta per le elezioni dei consiglieri
– Italiano ucciso a coltellate in Indonesia, fermato un dipendente
– Trasporti a Napoli, de Magistris esagera: «Coi nuovi treni per la Metro, saremo secondi solo al Giappone»
– Minori vittime di violenza in famiglia, casi in un aumento in Campania: nel 2018 accertati 139 episodi
– Scoppia una rissa tra detenuti a Prato e due agenti della Penitenziaria, intervenuti per sedarla, vengono aggrediti
– Dati violati della procura, cancelliera indagata e sospesa per sei mesi a Lanusei
– Elezioni al Csm, dopo la vittoria di Antonio D’Amato tra Area e Mi volano gli stracci
In possesso di 4 chili di stupefacenti e armi, in manette 3 persone nel Casertano
– Piazza di spaccio nei pressi della stazione La protesta dei clienti: «Se vuoi diventare Pablo Escobar devi stare sempre all’erta»

venerdì, 11 ottobre 2019 - 13:59
© RIPRODUZIONE RISERVATA