Poliziotto uccide la moglie, le due figlie e si suicida nel Foggiano

carabinieri scientifica
Sul posto i militari dell'Arma (foto Kontrolab)

Un uomo di 53 anni, Ciro Curcelli, assistente capo della polizia penitenziaria, ha ucciso a colpi di pistola la moglie Teresa, di 54 anni, e le due figlie di 12 e 18 anni, poi avrebbe telefonato ai carabinieri avvisandoli della loro morte e infine si sarebbe ucciso. Il fatto è accaduto in un appartamento, in via Guerrieri, in pieno centro a Orta Nova nel Foggiano. Ancora pochissime le informazioni che trapelano. A quanto si apprende l’uomo verso le due del mattino ha sparato prima alla moglie di 54 anni, poi alle due figlie e infine si è suicidato con la stessa arma. I militari nel corso della perquisizione nell’appartamento di via Guerrieri non hanno trovato biglietti o messaggi che potessero far presagire il delitto.

«Non ho mai saputo di problemi nella sua famiglia. Non mi so spiegare cosa è accaduto». Dice Marco, il fidanzato di Valentina una delle due ragazze. «Ero fidanzato – ha proseguito Marco – con Valentina da un anno e sette mesi, ma non conoscevo bene i suoi genitori. Conoscevo, però, la sorella più piccola».

Sentiti anche i vicini di casa. «Mio figlio era in bagno quando ha sentito un colpo. Ma non pensavamo che si trattasse di un colpo di pistola» ha detto una inquilina dell’immobile che abita sullo stesso pianerottolo della famiglia. «Non abbiamo sentito né un litigio – aggiunge la donna -, né un grido. Mai. Erano bravissime persone. Le conoscevo da anni. Ogni tanto lei si arrabbiava con le figlie. Ma sono cose normali che fanno tutte le mamme. Lui stravedeva per la moglie e le figlie e anche per l’altro figlio che lavora a Ravenna arrivato poco fa». (seguono aggiornamenti)

Leggi anche:
– Carabiniere ubriaco imbocca contromano la statale: un morto e 2 feriti a Lecce
– Progettarono di rubare le salme di Ferrari e Pavarotti: condanne confermate in Appello
– Morte di Piermario Morosini, la corte d’Appello assolve i tre medici
– Napoli, 47enne ferito a una gamba da colpi d’arma da fuoco nel quartiere Mercato
– Camorra a Rimini, anche il nipote del boss Eduardo Contini tra i 10 destinatari della misura cautelare
– Salerno, piazza di spaccio nell’Università di Fisciano e minori usati nello smercio: 14 misure cautelari
Csm, Bonafede verso la rinuncia al sorteggio e Grasso offre al ministro la sua proposta per le elezioni dei consiglieri

sabato, 12 ottobre 2019 - 09:31
© RIPRODUZIONE RISERVATA