Uccise la sua ex padrona di casa, arrestato in Russia dopo 16 anni di latitanza

Cella Carcere

Si è conclusa in Russia, dopo 16 anni di latitanza, la fuga del cinese Zhang Mingfang, ricercato, in campo internazionale, dalle autorità italiane dal 2003 per omicidio, tentato omicidio e rapina commessi in un appartamento di Montecchio Maggiore la sera del 20 aprile 2003. Presentatosi come medico ed operatore della medicina tradizionale cinese, l’uomo chiese ospitalità a dei connazionali, dimoranti da anni a Montecchio Maggiore, per poter esercitare la propria attività, anche di massaggiatore shiatsu. Poco dopo, però, il proprietario insoddisfatto dalle prestazioni mediche di Mingfang lo allontanò dalla casa.

L’indagato, prima di andarsene, pensò di appropriarsi di circa 20.000 euro dei proprietari di casa. Forse sorpreso dai coniugi mentre prendeva il denaro, Mingfang uccise la donna incinta e ferì gravemente suo marito, per poi scappare col bottino. I carabinieri di Vicenza si misero sulle sue tracce, accertando che l’uomo si era mosso tra le province di Milano e Novara e poi a Parigi, dove viveva sua moglie. Gli investigatori non riuscirono a bloccare il latitante perché, il giorno successivo al suo arrivo a Parigi, era ripartito in aereo per la Cina.

Nel frattempo, il 19 ottobre 2006, la Corte di Assise di Vicenza, aveva condannato l’uomo all’ergastolo. Le successive ricerche inoltrate tramite Interpol alla Cina non trovarono alcun riscontro. Tracce dell’uomo erano state poi segnalate anche in Grecia e infine nella capitale russa dove, con l’ausilio dell’Ufficio dell’Esperto per la Sicurezza della Direzione Centrale della Polizia Criminale di stanza a Mosca, la polizia di quel paese ha rintracciato e arrestato il latitante, trasferendolo in aereo a Roma, dove è giunto ieri sera. L’uomo è stato portato nel carcere di Civitavecchia, per iniziare a scontare la pena dell’ergastolo.

Leggi anche:
– Processo Ruby bis, Emilio Fede potrà scontare la pena ai domiciliari a Segrate L’ex direttore: «Chiederò la grazia»
– Poliziotto uccide la moglie, le due figlie e si suicida nel Foggiano
– Carabiniere ubriaco imbocca contromano la statale: un morto e 2 feriti a Lecce
– Progettarono di rubare le salme di Ferrari e Pavarotti: condanne confermate in Appello
– Morte di Piermario Morosini, la corte d’Appello assolve i tre medici
– Napoli, 47enne ferito a una gamba da colpi d’arma da fuoco nel quartiere Mercato
– Camorra a Rimini, anche il nipote del boss Eduardo Contini tra i 10 destinatari della misura cautelare
– Salerno, piazza di spaccio nell’Università di Fisciano e minori usati nello smercio: 14 misure cautelari
Csm, Bonafede verso la rinuncia al sorteggio e Grasso offre al ministro la sua proposta per le elezioni dei consiglieri

 

sabato, 12 ottobre 2019 - 11:17
© RIPRODUZIONE RISERVATA