Poliziotti uccisi a Trieste, Giugliano saluta Pierluigi Rotta sulle note di ‘Ultimo’: applausi e palloncini bianchi in cielo


I tre palloncini a forma di cuore e di stella che volano in cielo, le note della canzone ‘Pianeti’ di Ultimo e un lungo commosso e doloroso applauso. Pierluigi Rotta, il poliziotto ucciso a Trieste insieme al collega Matteo Demenego, viene salutato così dalla sua terra. Dai suoi familiari, dai suoi amici, dai suoi colleghi, da quei semplici cittadini che hanno voluto esserci per rendere omaggio a questo ragazzo di 34 anni, originario di Pozzuoli, che aveva scelto di indossare la divisa per servire lo Stato e la collettività e che è stato ucciso dalla mano di Alejandro Augusto Stephan Meran, fermato poco prima per un furto e portato in Questura.

Le esequie si sono tenute questa mattina a Giugliano nella chiesa della Sacra Famiglia a Lago Patria. «Quando ci sono morti di persone che perdono la loro vita per dare sicurezza a noi, alle nostre famiglie e alle nostre città, è sempre anche una grande provocazione per tutti noi, cominciando da tutte le istituzioni presenti, ecclesiali civili e militari», ha detto durante l’omelia il vescovo di Pozzuoli, monsignor Gennaro Pascarella. «Sempre più – ha aggiunto il vescovo Pascarella – dobbiamo metterci insieme per prevenire, facendo tutta la nostra parte secondo il compito che ognuno ha, per educare alla fraternità, al rispetto della vita e dell’altro, e sempre più dobbiamo investire energie in questa prevenzione. Poi male purtroppo ci sarà sempre fino alla fine, ma tutti noi dobbiamo impegnarci a non far vanificare il sacrificio di Pierluigi».

Commosso il saluto che il questore di Napoli ha rivolto a Pierluigi durante la messa. «Pierluigi, non ho avuto la fortuna di conoscerti, ma ho parlato con chi ti conosceva, ho visto quel video. Grazie di essere stato dei nostri, con il tuo sorriso rappresenti il meglio della Polizia di Stato – ha detto il questore Antonio Giuliano – Siamo onorati di indossare la tua stessa divisa cercheremo ogni giorno di esserne all’altezza. Il tuo sorriso non ci lascerà più». Giuliano si è poi rivolto ai familiari di Rotta: «Siate orgogliosi di voi stessi, se Pierluigi era il ragazzo che era molto del merito è vostro, per come è cresciuto e per i valori che gli avete trasmesso». Al termine dell’intervento il padre di Pierluigi Rotta anch’egli ex poliziotto, ha abbracciato il questore Giuliano ringraziandolo. Ai funerali era presente anche il Governatore della Regione Campania Vincenzo De Luca.

Leggi anche:
– 
Carceri, bufera sulle Vallette di Torino Accuse ai 6 della Penitenziaria: «Senso di superiorità e spudorato menefreghismo»
– Ucciso dopo una lite per soldi nel Catanese: il fratello accusato d’omicidio
– Napoli, la rivolta dei residenti di Barra: camion dell’Asìa bloccati di notte, protesta contro i miasmi dal sito di stoccaggio
– Complesso residenziale senza autorizzazioni, sequestrati 12 mini appartamenti a Napoli
– La vittoria dei 471 navigator della Campania, accordo raggiunto: saranno assunti da Anpal
– Fiamme nell’impainto Stir di Santa Maria Capua Vetere, è il secondo in meno di un anno
– 
Ponticelli, tentata estorsione sui lavori per le Universiadi 2019 e nel cantiere Eav: eseguiti due arresti
– Il traffico dei libri antichi rubati e venduti a collezionisti, l’ex direttore dei Girolamini: in Usa libro di Galilei ceduto per 2 milioni
– Denunciano un’aggressione omofoba: il video diventa virale ma è una fake news
– Napoli, cloaca a cielo aperto sotto il naso di De Magistris: materasso e fioriera abbandonati in via San Giacomo | Foto

venerdì, 18 Ottobre 2019 - 15:56
© RIPRODUZIONE RISERVATA