Scontro frontale tra due automobili, 42enne muore tra le fiamme nel Milanese

Ambulanza

Un grave incidente stradale si è verificato ieri sera nel Milanese. Un uomo è morto carbonizzato, imprigionato tra le lamiere della sua macchina e altre tre persone sono rimaste ferite, di cui una gravemente. E’ accaduto alle 21.40 lungo la strada provinciale 59, la cosiddetta Vecchia Vigevanese, nel comune di Corsico, alle porte del capoluogo lombardo, nei pressi delle tangenziali. La vettura su cui viaggiava la vittima, una Fiat Punto, si è scontrata frontalmente con un’altra auto, e nell’incidente ne è rimasta coinvolta una terza. Sul posto si è subito formato un capannello di persone, e quando la Punto si è incendiata, alcuni presenti hanno cercato di liberare il conducente, anche utilizzando un estintore.

Ogni tentativo però è stato vano, le persone hanno dovuto ritrarsi, e l’uomo è morto bruciato. Il cadavere carbonizzato è stato poi recuperato dai vigili del fuoco intervenuti sul posto chiamati dal 118, che non ha potuto far altro che constatare il decesso. La vittima è un 42enne residente in provincia di Como. Gli altri coinvolti sono tre stranieri che viaggiavano insieme: uno illeso, uno di 35 anni portato in codice giallo alla clinica Humanitas per un trauma rilevante (gravi le sue condizioni) e un 41enne trasportato all’ospedale San Paolo in codice verde; oltre ad essi una donna di 33 anni che si trovava su un’altra vettura e che è stata portata in verde all’ospedale San Carlo. Sul posto, oltre a 118 e vigili del fuoco, sono intervenuti i carabinieri, che conducono gli accertamenti.

Leggi anche:
– 
Processo sullo stupro nel ristorante, giovane romana accusa Mario Pepe: «Mi svegliai in ospedale senza sapere come»
– La congiura di Palazzo San Giacomo svelata da Repubblica sveglia le opposizioni: mozione di sfiducia al sindaco
– Boscoreale, arrestato per spaccio: percepiva il reddito di cittadinanza
– Incidente stradale, 2 morti e 4 feriti in uno scontro frontale tra auto nel Tarantino
– Scontro frontale tra due automobili, 54enne senza scampo nel Livornese
– Botte e umiliazioni alla compagna che era triste per l’ex deceduto, arrestato 44enne
– Detenuto all’ergastolo ostativo muore in ospedale, aveva chiesto di curarsi a casa perché affetto da una grave malattia
– Omicidio Luca Sacchi, fermati due romani. Spunta l’ipotesi di una compravendita di droga finita male, si cerca l’arma
Diktat di Costa a De Magistris: «Svuotare ex Icm in 5 giorni»

sabato, 26 Ottobre 2019 - 16:31
© RIPRODUZIONE RISERVATA