Summit in Comune sulla Tangenziale di Napoli, la società promette: «Lavori al viadotto finiranno entro Natale»

tangenziale Napoli

Lavori terminati entro la fine dell’anno, forse anche prima di Natale. E situazione sicurezza del viadotto Capodichino sotto controllo. Questo, in estrema sintesi, quanto emerso dalla riunione svoltasi questo pomeriggio a Napoli presso la Commissione Infrastrutture del Consiglio comunale cui ha partecipato l’amministratore delegato di Tangenziale Spa Riccardo Rigacci. Quest’ultimo nel corso del summit convocato per fare il punto sui lavori sull’arteria (che dallo scorso 18 ottobre ha una sola corsia da Corso Malta a Capodimonte) ha dichiarato che i lavori dovrebbero terminare entro la fine dell’anno. Scongiurato dunque il rischio che si arrivasse addirittura a marzo.

Per quanto riguarda i lavori, si tratta di un intervento per ripristinare le zone del viadotto che sono risultate ossidate. Rigacci ha chiarito che nessun pericolo, allo stato attuale, sussiste sul versante della sicurezza, anche alla luce delle misure di limitazione della circolazione adottate. ​Attualmente sono tre le imprese al lavoro; tra queste, anche quella che si occupa della realizzazione del nuovo sistema di smaltimento delle acque.

Confermata la cassa integrazione per 184 lavoratori, ​Il tempo massimo indicato per la misura è di 13 settimane.

Leggi anche: –
Proiettili scoperti dalla Polizia nei pressi del bosco di Capodimonte
-Pigrizia e cibi poco salutari, i bambini campani sono i più grassi d’Italia
Tangenziale spa, incubo cantiere lumaca
– 
Rifiuti, la rivolta dei napoletani da Barra ai Quartieri Spagnoli
– Patente nautica acquistata a Pozzuoli, la Iena Pelazza a processo
– Doppia mazzata per l’ex giudice Saguto: confermata la sanzione della radiazione, nuovo procedimento dinanzi al Csm
 Procura di Arezzo, volano stracci nel Csm Unicost contro Bonafede e le altre correnti«La rimozione di Rossi è abnorme»
– Adesso i 5Stelle cadono a pezzi, il sindaco di Imola si dimette e accusa: «Il gruppo guidato da gente senza arte né parte»
– La banca non controlla e lui, ignaro, incassa un assegno falso: l’istituto di credito non può riprendersi i soldi
– Strage delle studentesse in Catalogna, disposto il processo dopo 3 anni di battaglia: tra le vittime 7 italiane
– Sequestrato laboratorio di borse false, blitz a Napoli nella zona del Lavinaio
– Incidente sul lavoro, trattore si ribalta e travolge una bracciante agricola: 56enne senza scampo nel Beneventano
– Incendiate le automobili di un consigliere comunale di San Giorgio a Cremano
– Migranti, nuovi arrivi sulle coste della Sardegna: sbarcati 20 algerini
– Droga e micro cellulari ai detenuti con l’aiuto di un’infermiera, 3 persone arrestate
– Omicidio del 24enne Luca Sacchi a Roma, negativi anche i nuovi esami tossicologici. Lo zainetto ritrovato vicino al Gra
– Napoli, irruzione di finti finanzieri in casa di un noto imprenditore: le vittime reagiscono e fanno arrestare due banditi

martedì, 29 ottobre 2019 - 18:11
© RIPRODUZIONE RISERVATA