La fusione di Fca con la francese Peugeot allarma i sindacati campani: «Speriamo cresca la produzione di Pomigliano»


Alta tensione nello stabilimento Fca di Pomigliano D’Arco per l’annunciata fusione tra l’azienda automobilistica italiana e la francese Psa. Un passo industriale che porterà il gruppo torinese al quarto posto nella classifica mondiale dei produttori di auto, ma anche un accordo in chiaroscuro per l’Italia visto che la Peugeot è una partecipata dal Governo francese.

Lo ha ribadito Crescenzo Auriemma segretario regionale campano del settore auto per la Uilm: «Dopo questo passo importante è necessario capire come si intende andare avanti, nel prossimo futuro, nel mantenimento degli stabilimenti italiani e nella conferma dei piani industriali che sono stati annunciati da Fca. Auspichiamo che sia vero che non ci sarà nessuna chiusura di stabilimenti italiani ed europei e speriamo in una crescita ed una produzione di quelli che potrebbero essere nuovi modelli sul mercato in particolar modo quelli di Fca, partendo dalla “Tonale” annunciata per lo stabilimento di Pomigliano”.

«Non a caso la ‘fusione’ e’ stata presentata alla vigilia della ‘notte degli zombie’. Quando faranno rivivere ancora una volta i ‘piani industriali fantasma’ di Fca (ormai trentennali) nell’effimera notte di Halloween-ha invece scritto in una nota lo Slai Cobas di Pomigliano che parla di «scandalo dell’auto elettrica italiana: 333 miliardi e 740 milioni di lire furono già regalati dallo Stato (e a obtorto collo dai lavoratori e dai contribuenti) alla Fiat, oggi Fca, per realizzare l’auto elettrica in Italia e produrre già 23 anni fa (nel 1996, nell’ex Alfa di Arese) la prima vettura elettrica e un’altra di seconda generazione nel 1999, più un’altra vettura ‘ibrida’ (benzina/elettrica)».

Leggi anche:
Le salta il matrimonio dopo una caduta in Corso Novara, turista fa causa al Comune di Napoli ma l’ente non è assicurato
I dati sulla diffusione dei tumori nei 57 Comuni dell’Asl Napoli 3 Sud finiscono in un registro on line accessibile a tutti
Morte di tre turisti nella Solfatara di Pozzuoli, verso il processo per l’amministratore unico ed i soci
Esami diagnostici dal medico di base, la novità introdotta dalla manovra per alleggerire le liste di attesa 
Crisi, in Campania altri lavoratori a rischio: chiesta la cassa integrazione per i dipendenti della Papino
Dal Consiglio comunale di Napoli un documento a difesa dei lavoratori Whirlpool: «Simbolo del Sud desertificato»
Un corso etico per le toghe, l’iniziativa della Scuola superiore di magistratura
«Lotteria della Befana», ecco come si potrà partecipare alla riffa degli scontrini inserita nella manovra finanziaria 
Vertenza Whirlpool ancora ad alta tensione, sindacati a Palazzo San Giacomo: «Restare uniti» 

venerdì, 1 novembre 2019 - 11:44
© RIPRODUZIONE RISERVATA