Napoli-Atalanta diventa un caso politico: c’è un’interrogazione parlamentare, scatta pure un’azione legale

di Gianmaria Roberti

Caos arbitrale di Napoli-Atalanta, dal campo e dai salotti tv lo scontro si sposta in Parlamento e in tribunale. Tutto per gli ultimi convulsi minuti del match di mercoledì al San Paolo: il Napoli reclama un rigore per un placcaggio di Kjaer su Llorente, l’arbitro Giacomelli ignora le proteste, lasciando correre, e non controlla nemmeno l’azione al Var. Sugli sviluppi dell’azione, gli orobici pareggiano. E dal possibile 3-1 si passa al 2-2 finale. Il direttore di gara espelle pure il tecnico Ancelotti, furibondo a bordocampo. Da quell’istante, il caso diventa una zuffa mediatica.

Il Club Napoli Parlamento annuncia un’interrogazione al ministro dello Sport, presentata al Senato ed alla Camera, rispettivamente dal presidente del club Gaetano Quagliariello e da Paolo Russo. Tra i firmatari i senatori Giacomo Caliendo, Luigi Cesaro, Annamaria Parente e Gianni Pittella, e i deputati Luigi Casciello, Antonio Pentangelo, Gianfranco Rotondi, Carlo Sarro, Raffaele Topo e Catello Vitiello. Nell’interrogazione, si chiede al ministro Spadafora «quali iniziative voglia intraprendere per assicurare a milioni di appassionati di calcio la regolarità e l’imparzialità del campionato di Serie A», considerando che «al minuto 85’ il signor Piero Giacomelli, arbitro della partita, ha negato in maniera plateale un rigore alla squadra di casa».

Nell’atto, si sostiene come il Napoli «sia stato palesemente frodato perdendo due punti in classifica, scendendo al quinto posto». I parlamentari-tifosi, inoltre, sottolineano che «due ore più tardi durante la partita Juventus-Genoa veniva assegnato alla squadra di casa, all’ultimo secondo della partita, al 95’, un rigore meno evidente di quello negato a Napoli». L’iniziativa politica, però, non piace al senatore leghista Roberto Calderoli. «Ma possibile che – si domanda – con tutte le emergenze che ha l’Italia e che ha la città di Napoli un gruppo trasversale di parlamentari, uniti dal comune tifo per il Napoli, debba presentare un’interrogazione parlamentare ad un ministro per denunciare il rischio di falsare il campionato per un rigore non assegnato in una partita? Ma hanno così tanto tempo da perdere questi colleghi?».

Al senatore bergamasco replica Pittella: «Certo che ci sono cose più importanti, infatti quotidianamente mi occupo di temi riguardanti il Mezzogiorno, l’Europa, i diritti, il lavoro, i temi ambientali. È vero, anche, che il calcio è un business miliardario che appassiona milioni di italiani e quindi è giusto che la politica di interroghi sulla regolarità del campionato». Ma l’affaire di Napoli-Atalanta innesca anche un’azione legale. Una diffida alla Figc, all’Aia, e alla Ssc Napoli, viene inviata dagli avvocati Erich Grimaldi e Angelo Pisani, a nome di un folto gruppo di tifosi. Lo scopo è «verificare a il corretto svolgimento della suddetta gara, nonché per accertare eventuali violazioni del protocollo Var». Nella diffida, si invoca la pubblicazione integrale dei file audio, relativi alle comunicazioni arbitro-assistenti. Il club azzurro è sollecitato a proporre reclamo alla Giustizia sportiva. Gli avvocati si riservano di chiedere il risarcimento danni subiti dai tifosi.

Leggi anche:
– Negli Usa 128mila posti di lavoro creati ad ottobre, aumentati i salari orari medi
– La fusione di Fca con la francese Peugeot allarma i sindacati campani: «Speriamo cresca la produzione di Pomigliano»
Le salta il matrimonio dopo una caduta in Corso Novara, turista fa causa al Comune di Napoli ma l’ente non è assicurato
I dati sulla diffusione dei tumori nei 57 Comuni dell’Asl Napoli 3 Sud finiscono in un registro on line accessibile a tutti
Morte di tre turisti nella Solfatara di Pozzuoli, verso il processo per l’amministratore unico ed i soci
Esami diagnostici dal medico di base, la novità introdotta dalla manovra per alleggerire le liste di attesa 
Crisi, in Campania altri lavoratori a rischio: chiesta la cassa integrazione per i dipendenti della Papino
Dal Consiglio comunale di Napoli un documento a difesa dei lavoratori Whirlpool: «Simbolo del Sud desertificato»
Un corso etico per le toghe, l’iniziativa della Scuola superiore di magistratura
«Lotteria della Befana», ecco come si potrà partecipare alla riffa degli scontrini inserita nella manovra finanziaria 
Vertenza Whirlpool ancora ad alta tensione, sindacati a Palazzo San Giacomo: «Restare uniti» 

venerdì, 1 novembre 2019 - 14:41
© RIPRODUZIONE RISERVATA