ArcelorMittal lascia l’Ilva di Taranto: «Scudo penale e giudici sono le cause dell’addio»

Ilva Taranto

La notizia (quasi) come un fulmine a ciel sereno. Oggi Am InvestCo Italy, l’azienda indiana che doveva rilevarla,  ha notificato ai commissari straordinari dell’Ilva la volontà di rescindere l’accordo per l’affitto con acquisizione delle attività di Ilva Spa e di alcune controllate acquisite secondo l’accordo chiuso il 31 ottobre. Lo si legge in un comunicato della multinazionale.

«Secondo i contenuti dell’accordo» del 31 ottobre 2018 ArcelorMittal «ha chiesto ai Commissari straordinari di assumersi la responsabilità delle attività di Ilva e dei dipendenti entro 30 giorni dal ricevimento della comunicazione» della volontà di ArcelorMittal di lasciare l’Ilva.

Nella lettera in cui ArcelorMittal comunica il suo recesso, si chiarisce che il contratto per l’affitto e il successivo acquisto condizionato dei rami d’azienda di Ilva e di alcune sue controllate prevede che, «nel caso in cui un nuovo provvedimento legislativo incida sul piano ambientale dello stabilimento di Taranto in misura tale da rendere impossibile la sua gestione o l’attuazione del piano industriale, la Società ha il diritto contrattuale di recedere dallo stesso Contratto». Con effetto dal 3 novembre 2019, «il Parlamento italiano ha eliminato la protezione legale necessaria alla Società per attuare il suo piano ambientale senza il rischio di responsabilità penale, giustificando così la comunicazione di recesso».

Immediata la reazione del Governo che ha convocato al Ministero dello Sviluppo economico un tavolo tra i ministri immediatamente Mittal a Roma”. Cosi fonti al tavolo tra i ministri Patuanelli: « Il Governo non consentirà la chiusura dell’Ilva. Non esistono presupposti giuridici per il recesso del contratto. Convocheremo immediatamente Mittal a Roma» lasciano trapelare fonti vicine a Palazzo Chigi ma intanto Matteo Salvini attacca: «La Lega chiede che Conte venga urgentemente a riferire in Parlamento».

Leggi anche:
– Acerra, voto di scambio alle Comunali: ex consigliere condannato a dieci mesi, l’Appello conferma lo scandalo del 2012
– Manuel: «Lesione midollare non completa» Bortuzzo potrebbe tornare a camminare
– Disabile picchiata per mesi dal figlio, arrestato un 39enne a Taranto
– Roma, il ras delle cooperative Buzzi chiede la scarcerazione dopo la sentenza in Cassazione su ‘Mafia Capitale’
– Spaccio di stupefacenti, sgominate due organizzazioni nel Salernitano: 19 arresti
– Viareggio, due carabinieri e un agente della municipale investiti da un’auto: ricoverati in gravi condizioni
– Lavoro, rapporto Svimez a tinte fosche: «La popolazione non cresce, Sud indietro» Conte: «La crisi è emergenza nazionale»
– Pedone travolto e ucciso da un’auto pirata, il conducente ricercato per omicidio stradale
– Mafia, Bernardini su Nicosia: «Sembrava un esaltato, un cretino». E la deputata Occhionero prende le distanze
– Scoperti oltre 70 falsi invalidi, 4 arresti: ai domiciliari un ex sindaco del Casertano

lunedì, 4 novembre 2019 - 17:23
© RIPRODUZIONE RISERVATA