Lavoro, rapporto Svimez a tinte fosche: «La popolazione non cresce, Sud indietro» Conte: «La crisi è emergenza nazionale»

Il premier Giuseppe Conte (foto Kontrolab)

Il rapporto Svimez sull’Economia e la Società del Mezzogiorno, presentato questa mattina alla Camera alla presenza del premier Giuseppe Conte, è un quadro a tinte fosche. Tanto che Conte mette con autentica preoccupazione che «la crisi occupazionale ha assunto un carattere di autentica emergenza nazionale», e «gli sforzi compiuti non hanno dato, evidentemente, le prospettive per rimediare a questa emergenza».

Le conseguenze del lavoro che non c’è sono drammatiche. La popolazione italiana ha smesso di crescere e il Sud, in modo particolare, sta pagando il prezzo più alto. Dall’inizio del secolo a oggi la popolazione meridionale è cresciuta di soli 81 mila abitanti, a fronte di circa 3.300.000 al Centro-Nord. Nello stesso periodo la popolazione autoctona del Sud è diminuita di 642.000 unità, mentre al Nord è cresciuta di 85.000. Nel corso dei prossimi 50 anni il Sud perderà 5 milioni di residenti: -1,2 milioni sono giovani e -5,3 milioni persone in età da lavoro. A fronte di un Centro-Nord che conterrà le perdite a 1,5 milioni.

Il gap occupazione tra Nord e Mezzogiorno è aumentato a dismisura: nell’ultimo decennio è salito al 21,6%, rispetto al 19,6% del passato. Ciò comporta che i posti di lavoro da creare per raggiungere i livelli del Centro-Nord sono circa 3 milioni.

Stringendo il campo sui dati del primo semestre del 2019, la crescita dell’occupazione riguarda solo il Centro-Nord (+137.000), cui si contrappone il calo nel Mezzogiorno (-27.000). Al Sud aumenta la precarietà che si riduce nel Centro-Nord, riprende a crescere il part-time (+1,2%), in particolare quello involontario che nel Mezzogiorno si riavvicina all’80% a fronte del 58% nel Centro-Nord.

Leggi anche:
– Pedone travolto e ucciso da un’auto pirata, il conducente ricercato per omicidio stradale
– Mafia, Bernardini su Nicosia: «Sembrava un esaltato, un cretino». E la deputata Occhionero prende le distanze
– Scoperti oltre 70 falsi invalidi, 4 arresti: ai domiciliari un ex sindaco del Casertano
– Mafia, decreto di fermo per Nicosia dei Radicali: «Definiva Messina Denaro primo ministro e disprezzava Falcone»
– Appartamento in fiamme a Posillipo, perde la vita un 69enne a Napoli
– Camper, auto e pullman si scontrano in A13: muoiono padre, madre e figlia
– Napoli-Atalanta diventa un caso politico: c’è un’interrogazione parlamentare, scatta pure un’azione legale
– Negli Usa 128mila posti di lavoro creati ad ottobre, aumentati i salari orari medi
– La fusione di Fca con la francese Peugeot allarma i sindacati campani: «Speriamo cresca la produzione di Pomigliano»
Le salta il matrimonio dopo una caduta in Corso Novara, turista fa causa al Comune di Napoli ma l’ente non è assicurato

lunedì, 4 novembre 2019 - 14:42
© RIPRODUZIONE RISERVATA