Spaccio di stupefacenti, sgominate due organizzazioni nel Salernitano: 19 arresti

Cella Carcere

Due gruppi criminali dediti allo spaccio di sostanze stupefacenti. Uno con base a Salerno e Pontecagnano e l’altro a Bellizzi e Montecorvino Pugliano, nel Salernitano. Ventuno le persone indagate nell’ambito dell’inchiesta condotta dalla Direzione distrettuale antimafia. Un blitz questa mattina ha portato 12 persone in carcere, 7 agli arresti domiciliari e due sono stati raggiunti da divieto di dimora nella provincia.

L’indagine ha permesso di ricostruire l’esistenza di una fitta rete dedita allo spaccio di  cocaina, crack, eroina e hashish, che operava nella città di Salerno e nei comuni della piana del Sele, con frequenti rifornimenti che avvenivano con corrieri provenienti dall’hinterland napoletano. L’attività investigativa, condotta dai carabinieri del comando provinciale e della compagnia di Battipaglia è stata avviata nel 2017. Lo spaccio avveniva attraverso un’utenza telefonica dedicata trasferita da uno all’altro spacciatore al termine di ogni turno, sulla quale ricevevano le chiamate dei tossicodipendenti (ben 24.000 comunicazioni in circa due mesi).

L’attività di spaccio in luoghi abituali ormai noti ai clienti e organizzata secondo tre turni giornalieri prestabiliti (07:00/13:00 – 13:00/19:30 – 19:30/04:00) sui quali si avvicendavano i “pusher”. Gli utilizzatori erano non solo tossicodipendenti del capoluogo o di territori immediatamente prossimi, ma anche persone che provenivano dall’intera provincia, da paesi dell’Alto Cilento e del Vallo di Diano, nonché dall’Irpinia e finanche dalla Basilicata, i quali non esitavano a sobbarcarsi un lungo viaggio per approvvigionarsi di consistenti quantitativi di droga. Nel corso dell’attività investigativa sono stati tratti in arresto, in flagranza, 15 indagati, sequestrati 2 chili circa di stupefacente e circa 50.000 euro in contanti.

Leggi anche:
– Roma, il ras delle cooperative Buzzi chiede la scarcerazione dopo la sentenza in Cassazione su ‘Mafia Capitale’
– Viareggio, due carabinieri e un agente della municipale investiti da un’auto: ricoverati in gravi condizioni
– Lavoro, rapporto Svimez a tinte fosche: «La popolazione non cresce, Sud indietro» Conte: «La crisi è emergenza nazionale»
– Pedone travolto e ucciso da un’auto pirata, il conducente ricercato per omicidio stradale
– Mafia, Bernardini su Nicosia: «Sembrava un esaltato, un cretino». E la deputata Occhionero prende le distanze
– Scoperti oltre 70 falsi invalidi, 4 arresti: ai domiciliari un ex sindaco del Casertano
– Mafia, decreto di fermo per Nicosia dei Radicali: «Definiva Messina Denaro primo ministro e disprezzava Falcone»
– Appartamento in fiamme a Posillipo, perde la vita un 69enne a Napoli
– Camper, auto e pullman si scontrano in A13: muoiono padre, madre e figlia
– Napoli-Atalanta diventa un caso politico: c’è un’interrogazione parlamentare, scatta pure un’azione legale
– Negli Usa 128mila posti di lavoro creati ad ottobre, aumentati i salari orari medi
– La fusione di Fca con la francese Peugeot allarma i sindacati campani: «Speriamo cresca la produzione di Pomigliano»
Le salta il matrimonio dopo una caduta in Corso Novara, turista fa causa al Comune di Napoli ma l’ente non è assicurato

lunedì, 4 novembre 2019 - 14:59
© RIPRODUZIONE RISERVATA