Bruciata la moto del dirigente dell’Area cimiteri del Comune di Napoli, il vicesindaco Panini: «Atto camorrista»

Palazzo San Giacomo

Il dirigente dell’Area cimiteri del Comune di Napoli, Arnaldo Stella, è stato oggetto di un atto di intimidazione. Questa mattina ignoti hanno dato fuoco alla sua motocicletta, un raid su cui indagano le forze dell’ordine.

«Si tratta di una vile intimidazione di stampo camorristico- ha dichiarato il vicesindaco di Napoli Enrico Panini- Il sindaco e l’amministrazione tutta esprimono vicinanza e solidarietà ad un dirigente capace e determinato che con i suoi atti afferma, in ogni momento, la strada della più assoluta legalità e trasparenza».

«Chi pensa di fermare questo percorso si sbaglia e tanto – ha incalzato – La nostra solidarietà al lavoratore e il nostro più profondo disprezzo per questo atto vile e criminale, perché’ una chiara intimidazione altro non è. Atti che non ci faranno arretrare di un centimetro, anzi. Un ringraziamento alle Forze dell’ordine, prontamente intervenute e l’augurio che il loro prezioso lavoro porti a dare un nome a questi vigliacchi».

Leggi anche:
Cascina esplosa, tra le ipotesi al vaglio degli inquirenti i dissidi tra familiari ed il risarcimento assicurativo 
Caso Ilva, mentre Conte studia le carte la maggioranza di governo si divide
Paura nel Salernitano per una scossa di terremoto: epicentro nel Golfo, nessun danno a cose e persone
Case da abbattere a Terzigno, la protesta delle madri in Regione: «Siamo vittime di una truffa, non ci arrendiamo»
Nomina del nuovo Pg della Cassazione, audizioni per 9 candidati alla successione di Riccardo Fuzio
Mazzette per superare l’esame da legale a Napoli, Tafuri (Ordine avvocati): «Imbroglietto che fa tristezza»
Emergenza maltempo in Campania: scuole e cimiteri chiusi anche domani a Napoli
Faida di Scampia, 20 anni al boss Amato: in secondo grado cancellato l’ergastolo per il duplice omicidio Montanino-Salierno 
– Cascina esplosa ad Alessandria, ascoltato il proprietario; il ricordo dei tre vigili del fuoco rimasti uccisi
– Droga, il boss Marco Di Lauro in aula: processo con rito abbreviato per l’ex primula rossa di Secondigliano
– Omicidio Nocerino, il ras Manganiello confessa e si dissocia dai Marino e dagli Amato-Pagano: il pm chiede l’ergastolo

martedì, 5 Novembre 2019 - 19:52
© RIPRODUZIONE RISERVATA