Mazzette per superare l’esame da legale a Napoli, Tafuri (Ordine avvocati): «Imbroglietto che fa tristezza»

L'avvocato Antonio Tafuri, presidente del Consiglio dell'Ordine degli avvocati di Napoli

Tangenti fino a 4mila euro per superare l’esame di avvocato. La rivelazione arriva da due ex affiliati del clan Contini oggi pentiti. I due collaboratori di giustizia hanno affermato che ci sarebbero due impiegati della Corte di appello di Napoli tuttora in servizio (il condizionale è d’obbligo) che, in cambio dell’ingente somma, avrebbero messo a disposizione le tracce del concorso che abilita all’esercizio della professione forense e che ogni anno si svolge alla Mostra d’Oltremare con migliaia di partecipanti.

Questa rivelazione, scrive il quotidiano «Il Mattino», avrebbe determinato la decisione della procura partenopea di sequestrate tutti i compiti dei partecipanti consegnati del dicembre del 2017. L’inchiesta, ora dinanzi al Tribunale del Riesame, è stata imbastita dai pm Alessandra Converso e Ida Teresi, coordinati dal procuratore aggiunto Giuseppe Borrelli, e parte proprio dalle dichiarazioni dei due collaboratori di giustizia che avrebbero svelato il sistema in base al quale serviva una tangente fino a 4mila euro per avere le prove in anticipo.

Già ci sono alcuni iscritti nel registro degli indagati: i due impiegati e un padre ed un figlio che avrebbero pagato la presunta tangente e, una volta andato male l’esame, se ne sarebbero lamentati chiedendo la restituzione della somma.

«Questa vicenda mi ha dato una sensazione di tristezza- commenta il presidente dell’ordine degli avvocati di Napoli Antonio Tafuri ai microfoni di radio Crc- Pensare che ci sia l’imbroglietto per superare l’esame dà un senso di fastidio per il fatto che ci sono dei ragazzi che hanno un esempio massacrante da parte del mondo degli adulti. La responsabilità degli esami è della corte d’appello, il ruolo del consiglio dell’ordine è quello di nominare i commissari d’esame, quindi il nostro compito, complicatissimo, è quello di scegliere le persone giuste. Ci auguriamo che non ci siano avvocati coinvolti, così che il nostro ordine, almeno stavolta, venga escluso da questa vicenda».

«Rispetto al passato- aggiunge- in Spagna le cose si sono, almeno formalmente, un po’ complicate. E’ chiaro che siamo ancora al livello della forma, quindi il fenomeno è ancora in corso, ci sono svariate richieste d’iscrizione e anche qui il nostro compito è quello di avere gli occhi aperti. C’è una normativa europea sacrosanta, che autorizzi la professione di avvocato in qualsiasi luogo, ma bisognerebbe avere una regolamentazione. Il caso della Romania è diverso, perché c’è un istituto universitario non legalizzato. Abbiamo una legislazione che non è solamente italiana, che aiuta poco il giovane ad inserirsi nel mondo lavorativo. I ragazzi sono inseriti in un contesto in cui, se vuole davvero fare il professionista, deve sudare moltissimo».

Leggi anche:
Emergenza maltempo in Campania: scuole e cimiteri chiusi anche domani a Napoli
Faida di Scampia, 20 anni al boss Amato: in secondo grado cancellato l’ergastolo per il duplice omicidio Montanino-Salierno 
– Cascina esplosa ad Alessandria, ascoltato il proprietario; il ricordo dei tre vigili del fuoco rimasti uccisi
– Droga, il boss Marco Di Lauro in aula: processo con rito abbreviato per l’ex primula rossa di Secondigliano
– Omicidio Nocerino, il ras Manganiello confessa e si dissocia dai Marino e dagli Amato-Pagano: il pm chiede l’ergastolo
– Un ‘cartello’ per importare la droga dal Pakistan: eseguite 19 misure cautelari
– Matteo Salvini atteso a Napoli, scritte contro la Lega sulla facciata del cinema
– Allarme maltempo con rischio di colate di fango a Sarno: 200 persone evacuate
– Esplode una cascina, 3 morti: ritrovato il corpo del vigile disperso. Scoperti degli inneschi, cresce l’ipotesi del dolo
– ‘Ndrangheta, traffico internazionale di stupefacenti: oltre 70 arresti in tutta Italia
– Esplode una cascina: 2 vigili del fuoco morti e 3 feriti in provincia di Alessandria Si cerca un pompiere disperso | Video
Caso Ilva, levata di scudi del Governo contro la decisione di ArcelorMittal : «Impediremo la chiusura della fabbrica»
Manovra, Mascherin (Consiglio Nazionale Forense): «Scarsa attenzione alle Partite Iva, sì alle detrazioni per spese legali»
– Prato, due imprenditori cinesi condannati per «caporalato»: è la prima volta in Italia

martedì, 5 novembre 2019 - 17:29
© RIPRODUZIONE RISERVATA