Turista morto per il crollo di una pietra nella Basilica di Santa Croce a Firenze: rinviati a giudizio i vertici dell’Opera

Basilica di Santa Croce

Al via l’udienza preliminare al tribunale di Firenze, davanti al giudice Gianluca Mancuso, per i quattro imputati accusati di omicidio colposo per la morte del turista spagnolo Daniel Testor Schnell, 52 anni, avvenuta il 19 ottobre 2017 all’interno della Basilica di Santa Croce. Il turista morì dopo essere stato colpito in testa da un frammento di pietra serena (del peso di circa 15 kg) che si era staccato, da un’altezza di circa 30 metri dal peduccio di una colonna del transetto della navata centrale, mentre era in visita alla chiesa con la moglie.

La procura, rappresentata dal pm Benedetta Foti, ha chiesto, nella prima udienza di stamani, il rinvio a giudizio per i vertici dell’Opera di Santa Croce: l’attuale presidente dell’Opera di Santa Croce, Irene Sanesi, e il suo predecessore, Stefania Fuscagni (in carica dal 2007 al 2015), il segretario generale Giuseppe De Micheli e il tecnico responsabile, il geometra Marco Pancani. L’udienza è stata aggiornata al prossimo 20 dicembre. «Non hanno destato sorprese le conclusioni assunte oggi dal pubblico ministero in udienza preliminare – si legge in una nota diffusa dall’Opera di Santa Croce -: si tratta di conclusioni attese, che costituiscono lo sviluppo della richiesta di rinvio a giudizio avanzata nel giugno scorso. L’udienza preliminare consentirà di illustrare in modo approfondito l’attenzione e la diligenza prestate dall’Opera di Santa Croce nei numerosi interventi di cura e manutenzione del complesso monumentale, posti costantemente in essere negli ultimi quindici anni con un impegno economico complessivo di oltre 23,5 milioni di euro».

«L’Opera – prosegue la nota – è un’istituzione secolare che, oggi come nel passato, ha come primario obiettivo la tutela e la valorizzazione del patrimonio rappresentato dal complesso architettonico di Santa Croce, per questo è importante che il procedimento possa contribuire a ricostruire nella massima trasparenza l’oggettività dei fatti». Secondo i consulenti del sostituto procuratore Benedetta Foti, che ha coordinato le indagini, la porzione della basilica interessata dal crollo della pietra non sarebbe stata revisionata dal 2005.

Leggi anche:
– Diffamò comandante dei carabinieri, Sgarbi condannato anche in Appello
– Mafia, Nicosia resta in cella: il gip convalida il decreto di fermo anche per il ras di Sciacca Accursio Dimino
– Riforma prescrizione, mozione in Senato per bloccare l’entrata in vigore: la mossa di Emma Bonino, la seguono Richetti e Fi
– Omicidio del boss Marino a Terracina, sconto di pena in Appello per il nipote degli Abbinante
– Pg Cassazione, sarà corsa a tre: la quinta Commissione del Csm vota ma non c’è unanimità, parola al plenum
– Costretti a lavorare nei campi per 17 ore, una donna abortì per la fatica: 8 fermi. Patronaggio: «C’è ancora troppa omertà»
Il ministro dell’Interno a Napoli per il Comitato su ordine pubblico e sicurezza
Ilva, presidio dei lavoratori davanti allo stabilimento e domani sciopero sui tre turni
Piano per la Whirlpool, Buonavita (Cisl Campania): «De Luca porti avanti il progetto annunciato»
Sfiducia a De Magistris, Consiglio comunale flop: in cinque della maggioranza disertano il dibattito
Caso Whirlpool, la proposta di De Luca per il salvataggio dello stabilimento di Napoli: «Piano industriale e venti milioni di euro»
Ilva, ArcelorMittal vuole 5mila licenziamenti ma il Governo dice no. Conte richiama la politica alla compattezza
Melito, latitante arrestato dopo fuga sui tetti: è accusato del tentato omicidio del fratello del boss Marrazzo

giovedì, 7 novembre 2019 - 18:10
© RIPRODUZIONE RISERVATA