Seggiolini antiabbandono, multe verso il rinvio: emendamento dei 5Stelle per far slittare le sanzioni e recuperare i soldi

seggiolino

Seggiolini antiabbandono, le sanzioni per chi non si mette in regole potrebbero scattare a partire dal 1 giugno 2020. Il Movimento Cinque Stelle ha infatti presentato un emendamento al decreto fiscale allo scopo di fare slittare l’applicazione delle multe. L’obbligo dei seggiolini anti abbandono è in vigore dal 7 novembre, ma – secondo quanto sottolineano i Cinque Stelle «si rende necessario prevedere un periodo cuscinetto sia per informare adeguatamente l’utenza, anche con apposite campagne e iniziative mirate a raggiungere le famiglie, sia per consentire ai produttori di portare tali dispositivi sul mercato».

L’emendamento, inoltre, prevede che chi è stato già multato (a partire dal 7 novembre) potrà chiedere la restituzione della somma versara. «Ribadiamo che l’obiettivo di questa legge che abbiamo fortemente voluto non è quello di comminare sanzioni, ma quello di salvare le vite dei bambini dal rischio che un genitore possa volontariamente dimenticarlo in auto. Non a caso è previsto anche un incentivo di 30 euro per l’acquisto», ha osservato il capogruppo del Movimento 5 Stelle.

Leggi anche:
– Tifoso ucciso negli scontri Inter-Napoli, l’ultrà azzurro Manduca lascia il carcere e va agli arresti domiciliari
– La crisi senza fine dei Cinque Stelle, Carbonari (Umbria) lascia: «Il Movimento va a braccetto con un sistema marcio»
– Ilva, Conte nella città spaccata in due: faccia a faccia con i cittadini e tute blu. Nuovo incontro coi vertici di ArcelorMittal
– Parcheggia sotto casa e viene rapinato, banditi via con il Rolex da seimila euro
Inchiesta sulle truffe agli anziani, il vedemecum del perfetto truffatore: «Metti la cintura, così non sembri napoletano». Così i truffatori insegnavano ai nuovi adepti “l’arte dell’imbroglio”
– Incursione dei ladri in casa del fuoriclasse del Napoli Allan a Pozzuoli: i malviventi sono stati messi in fuga dalla moglie
– Picchia e maltratta la moglie che riesce a scappare da una vicina e lo denuncia: 45enne arrestato nel Napoletano
– Cascina esplosa ad Alessandria, confessa il proprietario. L’accusa del procuratore: «Avrebbe potuto salvare i 3 pompieri»
– A Roma un altro locale distrutto dalle fiamme nel quartiere Centocelle, lo stesso de ‘La Pecora elettrica’ | Foto
– Imprenditori vittime di usura ed estorsione, arrestati il ras dell’Alleanza di Secondigliano Trambarulo e la compagna

sabato, 9 novembre 2019 - 19:28
© RIPRODUZIONE RISERVATA