Affidi illeciti, Bonafede manda gli ispettori al Tribunale per i Minorenni di Bologna: «Verifiche su eventuali anomalie»

bambini affidi

Un’inchiesta amministrativa da parte dell’ispettorato del ministero della Giustizia al tribunale per i Minorenni di Bologna dopo l’emergere dell’inchiesta ‘Angeli e demoni’ sugli affidi illeciti in val D’Enza (in Emilia Romagna). Questo allo scopo di capire se ci sono state «anomalie nell’attività svolta dal Tribunale con l’ausilio del Servizio Sociale della Val d’Enza, gli eventuali rapporti, anche extraprofessionali, tra giudici e operatori del settore minorile che potrebbero aver determinato situazioni di incompatibilità, le misure eventualmente adottate dal presidente del tribunale sulle possibili situazioni di incompatibilità/astensioni, la corretta applicazione delle tabelle di organizzazione anche con riguardo alle attività dei giudici onorari minorili e ogni altro aspetto che possa risultare di interesse».

Lo ha deciso il ministro della Giustizia Alfonso Bonafede, in seguito all’ispezione già eseguita immediatamente dopo l’esplosione dello scandalo. «L’approfondimento – spiega una nota di via Arenula – va oltre le sole forme dell’acquisizione documentale»: essa prevede «la consultazione del protocollo riservato e l’audizione diretta degli interessati: magistrati professionali e onorari, personale amministrativo, altri soggetti in grado di fornire informazioni in merito alla vicenda e anche rappresentanti del foro locale».

La prossima settimana, intanto, saranno presentati i dati sul monitoraggio degli affidi effettuato dalla squadra speciale di giustizia per la protezione dei minori. « E’ la prima volta che si è in grado di fornire un quadro di dati chiaro, omogeneo e su base nazionale», dice Bonafede.

Leggi anche:
– 
Muore a 3 anni dopo essere stata dimessa dall’ospedale, la verità dall’autopsia
– Trattativa Stato-Mafia, Berlusconi scarica Dell’Utri: non risponde alle domande della difesa dell’ex senatore di Fi
– Morti per amianto negli stabilimenti Pirelli, una condanna e sette assoluzioni
– Nomine nella Dna, il plenum del Csm si riunisce dopo la proposta a sorpresa che ha bloccato il pm Maresca
– Report ammorbiditi sui viadotti, il Riesame: misura interdittiva per undici ex dirigenti e tecnici di Spea
– Ucciso per errore nella faida di Scampia, confermato l’ergastolo al boss Di Lauro: Romanò vittima di uno scambio di persona
– Danni all’automobile della moglie di Zielinski, nuovo raid criminale contro un calciatore del Napoli dopo il caso Allan
Mara Carfagna è pronta a dire addio a Silvio Berlusconi, con lei trenta parlamentari ‘malpancisti’ di Forza Italia
La Procura di Roma apre un fascicolo sull’attentato al convoglio italiano in Iraq: l’esplosione ha causato 5 feriti 
Rimpasto, Luigi De Magistris sacrifica l’assessore alla Cultura Nino Daniele e strizza l’occhio al grillino Roberto Fico
Fabbricava bombe in casa, arrestato il 23enne di Arzano che a luglio provocò il crollo di una palazzina in via Atellana 

lunedì, 11 novembre 2019 - 17:04
© RIPRODUZIONE RISERVATA