Pirati assaltano nave nel golfo del Messico, feriti 2 italiani: blitz di 10 minuti

La Ramas è di proprietà della Micoperi, azienda con base a Ravenna che rappresenta uno dei maggiori contractor dell'industria offshore.

Una nave italiana, la Remas, è stata attaccata da un gruppo di pirati nel golfo del Messico. Due italiani sono rimasti feriti in maniera non grave: si tratta di Andrea Di Palma e Vincenzo Grosso. Uno è stato malmenato e sarebbe stato colpito anche alla testa, l’altro sarebbe stato raggiunto da un colpo di pistola a una gambe. Di Palma e Grosso sono stati sbarcati nel porto di Ciudad del Carmen, dove la Remas è arrivata scortata da una unità militare messicana e dove si trovava il personale medico allertato per soccorrere i due marittimi. Sulla nave, al momento dell’assalto, si trovavano 35 persone, compreso un ufficiale della Marina mercantile messicana, che ha poi coordinato i contatti con le autorità locali.

Il commando composto da 7/8 pirati era a bordo di due barchini. Dopo essere salito a bordo, ha aperto il fuoco contro l’equipaggio, derubandolo di quanto possibile. Quindi i pirati hanno abbandonato la nave e si sono allontanati. Il blitz è durato una decina di minuti.

La Ramas è di proprietà della Micoperi, azienda con base a Ravenna che rappresenta uno dei maggiori contractor dell’industria offshore.La società ha stipulato un contratto da 220 milioni di dollari distribuito in tre anni con la compagnia petrolifera messicana Pemex, per la manutenzione delle piattaforme esistenti.

Leggi anche:
– Pensionato disabile vessato da una gang: in manette 18 persone nel Tarantino
– Non solo ex Ilva, appello di Conte ai ministri: «Necessario un ‘Cantiere Taranto’ per risolvere le emergenze della città»
– Abusi su una 12enne, il prete: «Sono pentito, chiedo scusa alla famiglia»
– ‘Stesa’ a Fuorigrotta: ignoti sparano contro il portone di uno stabile, indaga la polizia
– Ergastolo a Di Lauro per l’omicidio Romanò. La sorella di Attilio: «Chi sceglie strade sbagliate fa i conti con la Giustizia»
– Intascava la pensione della madre morta e il reddito di cittadinanza: denunciata
– Truffe online, tre indagati a Napoli: sequestrati 153mila euro in contanti e orologi, blitz nel rione Sanità
– Iva sugli assorbenti, il Pd ci riprova: emendamento per abbassare la tassa al 10%
– Rapina a Roma, il malvivente ucciso dal colpo partito dalla pistola del complice. Il gip lascia l’indagato in prigione

martedì, 12 novembre 2019 - 10:54
© RIPRODUZIONE RISERVATA