Droga nascosta tra le banane, sequestro record di cocaina al porto di Gioia Tauro Indagini dei carabinieri sulla rete di narcos


Un sequestro di droga da record. Nel porto di Gioia Tauro, in Calabria, i carabinieri del comando provinciale di Reggio Calabria hanno bloccato un carico di cocaina purissima di oltre una tonnellata (1.176 chili per l’esattezza). Se immessa sul mercato, la ‘polvere bianca’ avrebbe fruttato ai trafficanti oltre 250 milioni di euro. Una cifra da capogiro. E invece il carico non è mai arrivato a destinazione.

L’operazione è scattata lunedì mattina. In campo anche i carabinieri del Ros e i finanzieri del comando provinciale della Guardia di Finanza, con il supporto dei funzionari dell’Agenzia delle dogane di Gioia Tauro e il concorso operativo di funzionari Europol.

Il porto di Gioia Tauro è stato praticamente blindato sino ai controlli su un container proveniente dal Sud America e, cartolarmente, destinato in Germania: la cocaina era nascosta in 144 imballi celati in un container refrigerato adibito al trasporto di banane. Il carico era arrivato allo scalo portuale di Gioia Tauro nella notte di sabato scorso. Si tratta, sottolinea una nota dell’Arma, di uno dei sequestri più ingenti mai effettuati nel territorio nazionale.

Se da un lato l’imponente sequestro conferma la centralità della piana e del porto di Gioia Tauro, quale nodo di transito prioritario per i grandi traffici di cocaina, in linea con gli esiti di pregresse indagini condotte dall’Arma dei Carabinieri, dall’altro il sequestro sottolinea il fondamentale ruolo del sistema di controllo preventivo e di analisi del rischio posto in essere dalle forze presenti all’interno del Porto di Gioia Tauro, bacino che rimane strategico nelle rotte dello stupefacente. Basti pensare che solo negli ultimi dodici mesi la Guardia di finanza ed l’Agenzia delle Dogane hanno sequestrato oltre 2,5 tonnellate di cocaina.

Adesso le indagini dei carabinieri proseguono per ricostruire la rete dei narcotrafficanti che si sono occupati dello spostamento del carico.

Leggi anche:
– 
Carabiniere ucciso a Roma, chiusa l’inchiesta: chiesto il giudizio immediato per i due giovani statunitensi
– Battesimo di fuoco per De Majo, nel tritacarne per i post su Israele. Lei si difende: «Squadrismo contro di me»
L’ex eurodeputata di Forza Italia Lara Comi agli arresti domiciliari per presunte tangenti Inchiesta sulle Universiadi, avviso di garanzia recapitato al vicepresidente della Giunta regionale Bonavitacola
Troupe del programma ‘Non è l’arena’ aggredita mentre tentava di intervistare il cantante neomelodico Tony Colombo
Dopo la voragine prima notte in brandina per gli sfollati dei Ponti Rossi, lavori anche di notte per risolvere l’emergenza
Imprenditore malato terminale ha debiti che vorrebbe saldare ma la Prefettura da 15 anni non gli paga i crediti
– Apocalisse a Venezia: acqua dai water e dalle prese di corrente, hotel come il Titanic. Le banche tendono una mano
– Procura di Salerno, la nomina di Borrelli diventa un caso: il plenum del Csm azzera ogni decisione e rimanda gli atti indietro

giovedì, 14 novembre 2019 - 15:06
© RIPRODUZIONE RISERVATA