Incontro al Mise con ArcerlorMittal e sindacati per l’ex Ilva di Taranto ma la Procura di Milano apre un fascicolo

Ilva Taranto

La crisi dello stabilimento ex Ilva di Taranto oggi al centro di un incontro al Mise con sindacati e azienda dopo che ArcelorMittal ha comunicato, ieri, ai sindacati le date di spegnimento degli altiforni entro il 15 gennaio. L’azienda è tecnicamente tenuta a partecipare all’incontro al Mise dove partecipano anche i leader di Cgil, Cisl e Uil, Maurizio Landini, Annamaria Furlan e Carmelo Barbagallo; per ArcelorMittal dovrebbe esserci l’amministratrice delegata Lucia Morselli.

«ArcelorMittal conferma che esaurito il percorso previsto dall’art.47 il 3 dicembre, dal giorno successivo, quindi il quattro del mese, non sarà lei a proseguire il piano di spegnimento e spetterà all’amministrazione straordinaria», afferma il segretario generale della Fim, Marco Bentivogli in una nota. «E’ chiaro che se per il 4 dicembre l’Ilva in amministrazione straordinaria non riassumerà celermente tutto il personale – dice – la situazione diventerà ancora più drammatica».

La procura di Milano ha aperto un’inchiesta sul caso ravvisando il «preminente interesse pubblico relativo alla difesa dei livelli occupazionali, alle necessità economico-produttive del paese, agli obblighi del processo di risanamento ambientale». Il procuratore Francesco Greco ha proceduto all’iscrizione di un fascicolo ‘modello 45’, cioè senza notizia di reato, per verificare l’eventuale sussistenza di ipotesi di reato con conseguente delega al Nucleo di Polizia economico-finanziaria della Guardia di finanza di Milano per gli accertamenti preliminari. Il procedimento è affidato ai pm Romanelli, Civardi e Clerici.

Leggi anche:
– Condannato per gli scontri al G8 di Genova, la Francia libera Vincenzo Vecchi
– Tamponamento a catena sull’autostrada Caserta-Salerno, morte madre e figlia
– Fermato dai carabinieri mentre viaggia su uno scooter carico di marijuana: 27enne arrestato a Torre del Greco
– Il centro storico di Venezia è allagato, cittadini e turisti chiusi in albergo ma la marea si è fermata a 154 centimetri
Una tonnellata di shopper non a norma e pericolose per l’ambiente sequestrata dai carabinieri forestali in Campania
– 
Giudice minacciata in udienza a Nola, il presidente dell’Ordine Visone: «Rafforzare la sicurezza nelle aule di tribunale»
Battesimo di fuoco per De Majo, nel tritacarne per i post su Israele. Lei si difende: «Squadrismo contro di me»

venerdì, 15 novembre 2019 - 14:29
© RIPRODUZIONE RISERVATA