Silvia Romano «è un ostaggio politico», la cooperante italiana portata in Somalia da un gruppo islamista legato ad Al Qaeda

Silvia Romano

Silvia Romano sarebbe un «ostaggio politico». A sostenerlo è l’agenza di stampa italiana Adnkronos. La cooperante, scomparsa il 20 novembre scorso in Kenya, secondo la Procura di Roma e dai carabinieri del Ros sarebbe inoltre tenuta prigioniera in Somalia nelle mani di uomini vicini al gruppo Al-Shabaab, organizzazione somala affiliata ad Al Qaeda. La 24enne sarebbe stata individuata come obiettivo da al Qaeda perché i jihadisti ritenevano facesse proselitismo religioso: una circostanza che fa della cooperante un ostaggio di particolare valore dal punto di vista della propaganda islamista, complicando un rapimento che si protrae ormai da un anno e per il quale non è mai stato chiesto un riscatto

Attualmente Silvia Romano si troverebbe nel territorio del South West della Somalia, lo Stato con capitale Baidoa la cui autorità giudiziaria da luglio scorso è impegnata a indagare sul caso, anche su pressione di altre forze occidentali impegnate nell’area, britannici, tedeschi, americani. Per l’Italia (che non è nello Stato del South West ma ha una presenza di militari a Mogadiscio nella green zone aeroportuale, dove ha sede anche l’Ambasciata e la rappresentanza della Presidenza del Consiglio) si sono attivati in Somalia il ministero della Difesa e la presidenza del Consiglio con il servizio estero.

Leggi anche:
– 
Ex Ilva, ArcelorMittal lascia a secco anche autotrasportatori e fornitori: «Fatture non pagate, la gente non ha pià futuro»
– Ilaria Cucchi querela Matteo Salvini: «Lo devo a Stefano, lo devo ai miei genitori»
– Genova, biblioteca chiusa per mancanza di addetti: la struttura riaprirà grazie ai detenuti
– Napoli, il mare mosso deposita quintali di rifiuti sull’arenile del lungomare Caracciolo Operatori al lavoro per rimuoverli
– Raddoppiato l’indebitamento delle famiglie italiane negli ultimi 20 anni a causa della diminuzione del reddito da lavoro
– Bus dirottato con 50 bambini a bordo, al processo parla il carabiniere che li salvò: «Erano tutti terrorizzati e sotto choc»
– Silvia Romano trasferita in Somalia, sarebbe prigioniera un gruppo islamista

martedì, 19 novembre 2019 - 08:15
© RIPRODUZIONE RISERVATA