Spaccio di stupefacenti, blitz dell’Arma tra Napoli, Salerno e Messina: 36 arresti. Droga destinata anche ai carcerati | Video


Vasta operazione dei carabinieri della compagnia di Torre Annunziata (Napoli). I militari dell’Arma hanno dato esecuzione a un’ordinanza di custodia cautelare, emessa dal gip del tribunale di Torre Annunziata su richiesta della Procura della Repubblica, nei confronti di 36 indagati.

L’accusa, a vario titolo, è di detenzione e spaccio di cocaina, hashish, marijuana e droghe sintetiche nei comuni dell’area oplontina nonché in diverse città delle province di Napoli, Salerno e Messina. Gli investigatori hanno documentato oltre 700 episodi di spaccio. Secondo quanto scoperto dagli inquirenti, la droga acquistata veniva consegnata direttamente a domicilio a seguito di una richiesta telefonica. Dalle indagini è emerso che alcune dosi di stupefacenti erano dirette anche alle carceri di Salerno e Lanciano. Il giro di affari stimato dagli inquirenti sarebbe di alcune migliaia di euro al giorno. (seguono aggiornamenti)

Leggi anche:
– Silvia Romano «è un ostaggio politico», la cooperante italiana portata in Somalia da un gruppo islamista legato ad Al Qaeda
– Ex Ilva, ArcelorMittal lascia a secco anche autotrasportatori e fornitori: «Fatture non pagate, la gente non ha pià futuro»
– Ilaria Cucchi querela Matteo Salvini: «Lo devo a Stefano, lo devo ai miei genitori»
– Genova, biblioteca chiusa per mancanza di addetti: la struttura riaprirà grazie ai detenuti
– Napoli, il mare mosso deposita quintali di rifiuti sull’arenile del lungomare Caracciolo Operatori al lavoro per rimuoverli
– Raddoppiato l’indebitamento delle famiglie italiane negli ultimi 20 anni a causa della diminuzione del reddito da lavoro
– Bus dirottato con 50 bambini a bordo, al processo parla il carabiniere che li salvò: «Erano tutti terrorizzati e sotto choc»
– Silvia Romano trasferita in Somalia, sarebbe prigioniera un gruppo islamista

martedì, 19 novembre 2019 - 08:52
© RIPRODUZIONE RISERVATA